Perth. Il Sud-Ovest australiano: da esplorare in 4×4! — Lombardi nel Mondo

Perth. Il Sud-Ovest australiano: da esplorare in 4×4!

Migliaia di chilometri di litorale selvaggio e quasi intatto, una terra d’un ocra profondo come l’orizzonte: chi non ha mai sognato di tentare la grande avventura australiana? Attenzione però, il Grande Ovest si merita, preferibilmente in 4×4!

Migliaia di chilometri di litorale selvaggio e quasi intatto, una terra d’un ocra profondo come l’orizzonte: chi non ha mai sognato di tentare la grande avventura australiana? Attenzione però, il Grande Ovest si merita, preferibilmente in 4×4!

Nel paese degli Aussi, il «four wheel driving» (la guida con quattro ruote motrici) è ben più di una semplice opzione al momento dell’acquisto di una vettura: è una vera e propria passione che si rivelerà più che indispensabile su certe strade…. o sulla spiaggia. Se per alcuni sarà più difficile che per altri padroneggiare la guida a sinistra in città, le strade dell’Ovest australiano sembrano a volte prolungarsi all’infinito e richiedono una vigilanza minima di giorno. Poco frequentate a causa delle distanze, queste interminabili strisce di catrame si offrono al visitatore alla ricerca d’indimenticabili panorami. Di notte, invece, la guida è vivamente sconsigliata… Infatti, i grandi parabufali che vedi su ogni veicolo hanno una ragione di esistere, e questa ragione sono i canguri, i cammelli e gli altri ben noti abitanti del bush australiano.

 Si parte! Non dimenticare di riempire una tanica di benzina, ti sarà sicuramente utile, se non altro per soccorrere una banda di backpackers a secco. Gli orari delle stazioni di servizio, i «Servos» come si chiamano qui, possono a volte prendere alla sprovvista. Molto meno frequentato della costa orientale australiana, l’Ovest immenso e selvaggio si lascia ammansire solo se si prende il tempo di scoprirlo. Sognavi grandi spazi? Sei nel posto giusto.

 Across the Nullarbor…

La prima e mitica tappa di questo viaggio è il Nullarbor, da pronunciare «Nalabo». Una vasta pianura dal nome latino che significa «senza alberi» per gli Occidentali. Gli Aborigeni, invece, hanno battezzato questa terra inospitale Oondiri, cioè «senza acqua». Pur potendo fare a meno dei primi, porta con te la seconda in grande quantità! La traversata del Nullarbor, che si estende per circa 1.200 km, ti prenderà al minimo due giorni. Durante una delle numerose soste, va a salutare il grande Pacifico dall’alto delle impressionanti falesie che costituiscono il litorale.

 Dopo questa iniziazione magica nel Sud Ovest australiano, parti alla scoperta dei parchi nazionali! In fuoristrada, il mondo è ai tuoi piedi. Strade sterrate, dune, spiagge: la libertà è completa se si rispetta la legge australiana severa ma anche molto permissiva! Severa, perché una panoplia di sanzioni attende chi non segue le regole del gioco. Permissiva, poiché tutto è fatto per godersi al massimo una natura generosa ma anche fragile. In certi luoghi, sei autorizzato a guidare sulla spiaggia, cosa quasi impensabile in Europa. Il parco nazionale Cape Le Grand offre 25 chilometri sulla sabbia, a condizione di rispettare gli orari delle maree. Attenzione, guida sportiva obbligatoria!

 Una successione di spazi protetti

Il parco nazionaledi Fitzgerald River, riserva di biosfera protetta dall’Unesco, è noto per la sua flora che ospita più di 1.800 specie. In primavera, un vero e proprio patchwork di colori splendenti copre le sue graziose curve. Spesso, certi spazi sono accessibili solo in 4×4, come l’incantevole spiaggetta di Quoin Head, circondata di rocce bizzarre che le danno un’aria di enclave di pirati. Sempre più a occidente, la Valle dei Giganti offre lo spettacolo magico di eucalipti rossi che possono raggiungere 80 metri! In questo parco battezzato Nornalup, il «luogo del serpente nero», potrai ammirare la canopea della foresta da una passerella situata a 38 metri di altezza dal suolo. Qualche chilometro supplementare e raggiungerai le rive dell’Oceano Indiano. Tra i capi Naturaliste e Leeuwin, nella bellisssima regione di Margaret River, è arrivato il momento di scendare dall’auto per qualche ora… e di salire su un pullman che ti farà fare il giro delle cantine. Infatti, in questa zona si trovano alcuni fra i migliori vini australiani!

 Eccoti già nell’accogliente e pacifica città di Perth, situata a circa 4.000 chilometri da Sydney. 300 chilometri a nord di Perth, s’innalza lo strano spettacolo dei Pinnacles, piccolo deserto giallo circondato di dune di sabbia bianca, dove sorprendenti monoliti rocciosi verticali sono spuntati dal suolo molto tempo fa. Uno scenario surrealista, che gli esploratori olandesi del XVII secolo presero per errore per le vestigia di qualche antica città. Sul cammino del ritorno, non dimenticare di fare tappa a Kalgoorlie, la capitale australiana dell’oro. Non ci farai fortuna, ma assaporerai certamente le gioie dell’autentico «outback» australiano.

http://viaggi.viamichelin.it/web/Destinazione/Australia-Perth/News-Il_Sud_Ovest_australiano_da_esplorare_in_4x4_-

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento