Il Maie Messico al torneo Copa Indipendencia Sub 17 — Lombardi nel Mondo

Il Maie Messico al torneo Copa Indipendencia Sub 17

A sostenere i nostri connazionali ci hanno pensato il MAIE nella persona di Paola Pace Donati, coordinatrice MAIE per il Messico, e il personale dell’ambasciata italiana, che sono stati invitati ad assistere alla partita. “Ci hanno ricevuto con tutti gli onori, come sempre”, spiega Paola Pace Donati.

CITTÀ DEL MESSICO- Nato appena due anni fa dall’idea di Walter Ormeño, direttore generale, Enrique Lagarde direttore di operazioni e di Antonio Alonso direttore sportivo, il torneo calcistico messicano della Copa Indipendencia Sub 17 prende forma grazie al patrocinio di molti importanti sponsor come il gruppo mediatico Televisa, la Lotería Nacional, Cadena Rosa, Conade e Rentable e, con il proposito di impulsare il talento giovane dell’attivitá calcistica, é finalizzato a scoprire i nuovi volti del calcio internazionale under 17.

Ha luogo a Città del Messico ed i calciatori si mettono in gioco durante un’intera settimana sotto le regole del formato round robin, aspettando la grande finale presso il magnifico stadio Azteca della capitale.

É un torneo che offre ad ogni atleta un’esperienza completa sia a livello internazionale sia sportivo sia sociale.

Proprio pochi giorni fa e precisamente domenica 19 agosto, si é vissuta con grande emozione la finale della copa indipendencia 2012 presso l’Azteca, anche conosciuto come “Coloso de Santa Ursula”. La novitá di questa edizione del torneo é stata la presenza in terra messicana di due delle piú competitive e rappresentative societá calcistiche europee: il Barcellona e, a fare onore alla comunitá italiana, la Fiorentina. Insieme a queste altre 8 squadre: Boca Juniors dall’Argentina, Internacional S.C. dal Brasile e per il Messico América, Cruz Azul, Chivas, Pumas, Monarcas e Pachuca.

Tanto desiderato trofeo é stato conteso dalla squadra Chivas di Guadalajara e dalla nostra patriottica Fiorentina! Più di 15 mila tifosi hanno scalpitato tra le gradinate tifando per le nuove figure del calcio messicano e internazionale. Dopo il classico protocollo degli inni nazionali, le azioni tecniche della partita sono cresciute per entrambe le squadre durante 68 lunghi minuti di tensione, culminati con il goal di Luis Márquez che ha sentenziato la vittoria della Chivas – che giá conta con la sua terza presenza al torneo – sulla nostra cara viola. La squadra italiana é rimpatriata comunque contenta, con un degno e sudato secondo posto e promettendo ritornare in campo il prossimo anno per la rivincita!

A sostenere i nostri connazionali ci hanno pensato il MAIE nella persona di Paola Pace Donati, coordinatrice MAIE per il Messico, e il personale dell’ambasciata italiana, che sono stati invitati ad assistere alla partita. “Ci hanno ricevuto con tutti gli onori, come sempre”, spiega Paola Pace Donati. “Siamo stati invitati all’evento”, racconta, “ma non abbiamo avuto il tempo necessario per far correre la voce tra i nostri connazionali come avremmo voluto. Purtroppo la Lega Calcio e la FIGC non ci hanno avvertito dell’arrivo dei nostri ragazzi. Davvero un peccato! Ci auguriamo che in futuro queste sviste non si ripetano più”.

“Con il primo consigliere d’Ambasciata, Minnuti, in prima fila e altri due amici tifosi della squadra viola”, continua Donati, “siamo andati ad applaudire e incitare i nostri giocatori, con i quali ci siamo incontrati dopo il match, insieme ai loro accompagnatori. Con appoggio del consigliere dell’Ambasciata Arnaldo Minnuti e il console Guido De Marco e la sottoscritta, si è organizzata una cena per per ragazzi e accompagnatori, desiderosi di mangiare un piatto di pasta! Un’esperienza unica per loro poter giocare nel Estadio Azteca! Anche se”, ribadisce, “purtroppo per mancanza di comunicazione da parte di Federazione, Lega, Comites e altri, i nostri connazionali erano pochi a tifare per i Viola. Comunque gli organizzatori del torneo ci hanno trattato con guanti bianchi e abbiamo solo da ringraziarli. L’organizzazione messicana é stata eccellente e tutto si é svolto benissimo. Penso”, conclude la coordinatrice Maie, “che sia una super idea e soprattutto una grande possibilitá di crescita lavorativa per i giovani calciatori sia messicani che stranieri.

Fonte: (aise)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020