Settima edizione per BergamoScienza dal 3 al 18 ottobre — Lombardi nel Mondo

Settima edizione per BergamoScienza dal 3 al 18 ottobre

L’autunno si avvicina, riaprono le scuole e a Bergamo torna il consueto appuntamento con la rassegna di divulgazione scientifica BergamoScienza, quest’anno giunta alla sua VII edizione.

L’autunno si avvicina, riaprono le scuole e a Bergamo torna il consueto appuntamento con la rassegna di divulgazione scientifica BergamoScienza, quest’anno giunta alla sua VII edizione. Dal 3 al 18 ottobre la città si popola di scienziati, filosofi, esperti da tutto il mondo, in un calendario che propone più di 100 eventi tra conferenze, mostre e laboratori interattivi, spettacoli di musica e poesia, giochi per i più piccoli. L’obiettivo principale di BergamoScienza è comunicare e avvicinare alla scienza, non solo attraverso la viva voce di autorevoli scienziati a disposizione del grande pubblico, ma anche utilizzando metodi non tradizionali e convenzionali. Il programma si snoda tra i grandi temi della scienza contemporanea: robotica e tecnologia spaziale; energia, ambiente e neuroscienze; biologia, architettura e informatica.

In occasione del 200° anniversario della nascita di Darwin e dei 150 anni dalla pubblicazione de L’Origine della Specie, BergamoScienza ospita scienziati che spiegano quali effetti ha avuto la teoria darwiniana sulle varie espressioni della vita umana. Nell’anno internazionale dell’astronomia, astronauti delle Agenzie Spaziali Europea e Americana, celebrano la conquista della luna da parte dell’uomo. Robot-calciatori si esibiranno in un “alternativo” torneo di calcio domenica 4 ottobre alle 14.30 sul Sentierone; si parla della nuova medicina dei trapianti di organo, di terapia genica, di memoria, di come l’uomo sia in grado di prendere decisioni e di cosa regola i comportamenti; ci si interroga sul Big Bang e sull’evoluzione dell’universo; si discute di cambiamenti climatici e degli effetti sul territorio.

La scienza è anche fortemente legata ai processi politici e sociali globali, spesso condizionati proprio dal gap di conoscenza e progresso tecnologico tra i diversi paesi. Diviene, allora, strumento per incrementare la stabilità internazionale, per fornire aiuti e farmaci ai paesi in via di sviluppo, come si discuterà nella conferenza La scienza per la pace, domenica 17 alle 9.30 al Teatro Sociale in Città Alta.

Si parlerà anche di bioetica nella medicina e del controverso dibattito tra religione e scienza, tra creazionismo cosmologia.

La scienza è conoscenza, per questo promuove la diffusione libera delle informazioni, soprattutto nell’era della tecnologie della comunicazione: un esempio è “il caso” Wikipedia, fenomeno rivoluzionario e affascinate che verrà affrontato insieme al suo fondatore, Jimmy Wales, domenica 18 alle 17 al Teatro Sociale di Città Alta.

Ad inaugurare il ciclo di incontri di BergamoScienza interverrà domenica 4 alle 17.30 al Centro Congressi Giovanni XXIII il celebre matematico John Nash, Premio Nobel per l’Economia nel 1994, con una conferenza sulla Teoria di Giochi, mentre chiuderà la rassegna Aaron Ciechanover, Premio Nobel per la Chimica nel 2004, con una convegno sulla degradazione delle proteine.

Ma la scienza non è solo fatta di laboratori, provette, macchine e computer. La scienza è anche spettacolo e divertimento: la musica di Bobo Stenson, uno dei maggiori pianisti jazz europei, animerà il concerto inaugurale sabato 3 ottobre alle 20 al Teatro Donizetti, mentre nella Notte della Scienza, condotta da Max Laudadio alle 21.30 in Piazza Matteotti, umorismo e intrattenimento faranno da cornice ad una riflessione sul mondo della scienza fatta da alcuni tra i più noti filosofi e scienziati italiani. Comicità “made-in-Springfield” per il dibattito La scienza dei Simpson martedì 6 alle 21 nell’Auditorium di Piazza Libertà.

Tra le novità della VII edizione ci sarà BergamoScienza Café, in piazza della Libertà, un punto di incontro informale per giovani, scienziati, artisti, volontari, animatori e il pubblico della rassegna, un’occasione di confronto e discussione davanti a una bibita, un aperitivo, per un “happy hour” in compagnia di uno scienziato, per mangiare un panino con uno scrittore, bere un caffè con un matematico, un fisico, un ricercatore.

Ad ottobre Bergamo si apre alla magia della scienza. L’idea della rassegna, consolidata negli anni, è di realizzare una scienza “per tutti”, senza barriere culturali, politiche o sociali, indipendente e libera, che coinvolga esperti, professionisti dei settori scientifici, ricercatori, ma anche e soprattutto bambini, ragazzi, adulti, appassionati e semplici curiosi, perchè non è mai troppo tardi per imparare!

INFO

Tutti gli eventi sono gratuiti. L’ingresso è libero sino a esaurimento dei posti, ma si consiglia la prenotazione per le conferenze. La prenotazione è invece obbligatoria per mostre e laboratori interattivi. È possibile riservare un posto alle conferenze a partire da lunedì 7 settembre.

Il programma completo e il servizio prenotazioni sul sito: www.bergamoscienza.it.

 

Silvia Valenti

 

http://www.ecodellalombardia.com/bergamo-scienza-2009-a-bergamo-e-di-scena-la-scienza.htm

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento