Ultime news — Lombardi nel Mondo

Ultime news

Per conoscere che cosa bolle in pentola, quali sono le ultime comunicazioni o i progetti in cantiere per l’Associazione Lombarda di Rafaela

Nell’era di Internet e della digitalizzazione quanto mai interessante è riscoprire il passato e i suoi archivi, per salvare le informazioni dall’usura del tempo e tramandarle ai posteri in modo più sicuro. In questo senso, può essere interessante ripercorrere alcuni dati che emergono dall’analisi dei registri della Società Italiana di Mutuo Soccorso “Vittorio Emanuele II” di Rafaela, tra 1891 e 1944, vennero iscritti 116 soci di origine lombarda.

 

Da dove provvenivano gli immigranti lombardi di Rafaela? 

 

Da Pavia: 26,7 %; Como:18,1 %; Cremona: 12,9 %; Mantova: 10 %; Bergamo: 9,5 %; Milano: 8,6 %; Varese: 7,7 %; Brescia: 2,5 % e Sondrio: 1,7 %.

 

 

Cosa facevano loro di mestiere o professione?

 

17 facevano gli operai (14,6%), 15 dipendenti (12,9 %), 15 commercianti (12,9 %), 13 muratori (11,2 %), 7 meccanici (6 %), 6 falegnami (5%), 5 mattonai (4,3 %), 4 fornai (3,4 %), 4 salumieri (3,4 %), 3 fabbri (2,5 %), 3 agricultori (2,5 %), 3 cocchieri (2,5 %), 2 parrucchieri (1,7 %), 2 macellai (1,7 %), 2 industriali (1,7 %), 1 pasticciere (0,8 %), 1 calzolaio (0,8 %), 1 allevatore di bestiame (0,8 %), 1 giornaliere (0,8 %), 1 maggiordomo (0,8 %), 1 cameriere (0,8 %), 1 elettromeccanico (0,8 %) nonchè 1 medico chirurgo (0,8 %).

Allo scoppo dell’analisi prenderemo solo quel 15 % che svolse  attività commerciali e imprenditoriali e vedremo che: 33, 3 % erano pavesi; 28,6 % comaschi; 9,5 % milanesi; 9,5 % bresciani; 9,5 % bergamaschi e un 4 % ciascuno , cremonesi e mantovani.

 

Tutti hanno fatto il loro dovere verso la patria lontana e hanno dato il loro grosso contributo alla patria adottiva, perciò tutti  meriterebbero  apparire. Quí ricordiamo tra gli altri i comaschi fratelli Gentilini e Luigi Valli;  i pavesi  Luigi Ercole, Giuseppe Marini, Angelo Panighi, Giuseppe De Bernardi e Luigi Zanella; i bresciani  Abele Bianchi e Giuseppe Comincini; anche il cremonese Mosse Coppetti; il mantovano Giovanni Fertonani; i bergamaschi: Angelo Mangili e i fratelli Milesi.

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento