Calcio : USA- Italia 1- 0 — Lombardi nel Mondo

Calcio : USA- Italia 1- 0

La squadra nazionale americana di calcio ha battuto per la prima volta quella italiana in un confronto amichevole giocatosi allo stadio Marassi di Genova. Trattandosi del 29 febbraio 2012 , l’avvenimento sarà fortunatamente ricordato soltanto ogni quattro anni.

Il centrocampista Clint Dempsey ha segnato il goal della vittoria statunitense sull’Italia al 10’ del secondo tempo infilando il portiere italiano Gianluigi Buffon nell’angolino,  dopo aver ricevuto un bel passaggio da un libero Jozy Altidore, che ha annichilito la folla dei tifosi italiani che si aspettavano una facile vittoria. Il gol di Dempsey è soltanto il quinto segnato contro l’Italia in undici incontri disputati.

Sono lontani i tempi delle Olimpiadi in cui vincevamo addirittura 9-0 ( 2 agosto 1948)  oppure 8-0 (16 luglio 1952). Dal 1984  (30 maggio 1984) con il punteggio di 0-0, la squadra americana si è sempre difesa con onore pareggiando o perdendo di misura. In occasione dell’ultimo incontro, avvenuto in occasione della Confederation Cup, l’Italia sembrava aver ristabilito l’ordine con una vittoria abbastanza perentoria : 3-1 ( 15 giugno 2009).

Invece, la prima sconfitta di Genova brucia.

Senza  andare a rispolverare “la parodia della guerra”,  cara a George Orwell, conosciamo bene il valore della vittoria in campo sportivo, che lascia poco o niente al secondo, e a chi perde anche valorosamente. Le classifiche registrano soltanto il nome del vincitore.

Ovviamente l’incontro amichevole di calcio Italia-Stati Uniti non ha creato drammi internazionali o rivalse, ma ha contribuito a dare un’immagine debole del Paese in un settore così tanto avvinghiato e avviluppato nello sport del pallone. Basta leggere le classifiche della  vendita dei giornali dove al primo posto non ci sono né il Corriere della Sera né Repubblica bensì la Gazzetta dello Sport.

Per fortuna Dempsey è americano  e apparentemente senza ascendenti italiani, altrimenti il coro dei paisà si sarebbe fatto sentire e magari la pillola sarebbe stata meno amara. Qualcuno ha provato a incensare l’allenatore della nazionale americana Jurgen Klinsmann, l’ex-campione tedesco che ha militato in Inter e Sampdoria, ma senza troppo successo.

Una sconfitta sportiva non è più un dramma, come ricordano gli emigrati in Svizzera e Germania, ma la vittoria ha sempre un sapore dolce.

Ernesto R Milani

Ernesto.milani at gmail.com

2 marzo 2012.

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento