Celebrato il decennale dell’AMM — Lombardi nel Mondo

Celebrato il decennale dell’AMM

Ottimo riscontro di pubblico e grande spettacolo musicale per la festa dell’Associazione Mantovani nel Mondo. Durante la cerimonia sono stati ricordati alcuni dei traguardi raggiunti a partire da quel 10 dicembre 1997 in cui veniva fondato il sodalizio.

Grande successo per i Cantori di Marostica nel Concerto tenutosi il 19 gennaio nella Chiesa di S.Maria del Gradaro.  Una esibizione che ha tenuto incollati  alle poltrone per oltre un’ora e mezza gli spettatori che in silenzio hanno  ascoltato il repertorio presentato per il decennale dell’Associazione Mantovani nel Mondo.  La serata è iniziata con la presentazione dell’evento dal presidente del sodalizio Daniele Marconcini che nell’occasione ha voluto dare un riconoscimento ai responsabili dei due maggiori Archivi Storici grazie ai quali l’Associazione è stata ed è in grado di aiutare i discendenti degli emigrati mantovani.

Un libro sulla vita di Sant’Agostino stampato agli inizi del 1700 è stato consegnato a Don Manzoli direttore dell’Archivio Storico Diocesano mentre alla dottoressa Ferrari direttrice dell’Archivio di Stato di Mantova, è stata consegnata una copia originale del giornale che riporta in prima pagina un disegno raffigurante la Battaglia di Solferino stampato nel 1859. Ringraziando  per i due riconoscimenti ricevuti sia la dott. Ferrari che Don Manzoli hanno evidenziato le notevoli difficoltà nello svolgere  questo genere di ricerche che difficilmente partono da fonti sicure e solo con controlli incrociati si riescono a dipanare positivamente. La dottoressa Ferrari ha sottolineato il fatto che partendo da un vecchio data base, grazie al finanziamento regionale di un progetto dell’Associazione Mantovani nel Mondo, è stato possibile informatizzare parte degli elenchi delle liste di leva così da permetterne la consultazione in rete. Un progetto che nonostante non sia stato ulteriormente finanziato continua ad essere ampliato con il personale dell’Archivio stesso. Don Stefano Siliberti ha tracciato le line che spinsero l’allora Vescovo di Mantova, Mons. Sarto  a pronunciare e scrivere consigli e indicazioni per coloro che partivano verso le americhe. In una sorta di processione, dal fondo della Chiesa i coristi intonando uno dei canti tradizionali hanno percorso la navata tra le file dei banchi per poi prendere posto nell’abside. Con la direzione di Albano Berton i coristi all’inizio hanno  proposto in successione vari brani della tradizione legati alla natività, successivamente con l’apporto del Gruppo Arcois, si è passati alle melodie di Ariel Ramirez  con la Missa Criolla. Per molti dei presenti che non avevano mai ascoltato i canti legati alle funzioni  religiose accompagnati da strumenti diversi da quelli canonici e con un ritmo diverso, è stata una piacevole sorpresa che si poteva osservare nei volti degli spettatori. Solo gli applausi nelle brevi pause tra un brano e l’altro rompevano l’incantesimo creato dalle melodie che si sprigionavano dai coristi e musicisti. Dopo un lungo applauso e un ultimo bis,  Marconcini ha ringraziato gli intervenuti ricordando che questo concerto oltre a ricordare i dieci anni dell’Associazione ha voluto ricordare la figura di Remo Zaccagni, uno dei fondatori e per lungo tempo vicepresidente del sodalizio scomparso nel 2004 e Wally Cremaschi Miglioretti madrina e promotrice dell’Associazione stessa recentemente scomparsa a San Paolo. Una serata indimenticabile per tutti presenti che ha degnamente fissato questa ricorrenza così importante per l’Associazione Mantovani nel Mondo.

 

Pietro Liberati

www.mantovaninelmondo.org

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020