Giro: finale a Brescia in via Leonardo da Vinci — Lombardi nel Mondo

Giro: finale a Brescia in via Leonardo da Vinci

BRESCIA – Via Leonardo da Vinci in città traguardo dell’ultima tappa del Giro d’Italia 2013 il prossimo 26 maggio. È questa una prima ipotesi sulla quale è al lavoro la commissione tecnica di Rcs sport, organizzatori della corsa rosa, per l’apoteosi a Brescia della «corsa più dura nel Paese più bello del mondo» come recita lo slogan

La commissione, costituita dalla direzione di corsa, rappresentata lunedì a Brescia da Stefano Allocchio, dai responsabili commerciali e marketing, degli addetti alla logistica e al reparto stampa e comunicazione si è riunita per la prima volta a palazzo Loggia per un confronto con i responsabili comunali di polizia, servizi al cittadino, manutenzione strade e marketing territoriale al fine di prendere una decisione.
Cartine e piantine alla mano, la commissione deve valutare fra le varie ipotesi in campo il circuito finale della tappa, il traguardo, la logistica dei mezzi, i palchi per la premiazione e la festa, la sala stampa, i villaggi di accoglienza e per gli sponsor. Un lavoro complesso che richiede più passaggi.

«L’idea del Comune di Brescia – spiega Marco Velo, collaboratore per l’occasione del Comune nonché membro della direzione di corsa Rcs – è quella di offrire una sede di arrivo alternativa a via XX Settembre teatro degli ultimi tre traguardi del Giro a Brescia e il più possibile vicino alla Loggia, dove presumibilmente dovrebbe avvenire la cerimonia di premiazione».
Logico quindi puntare prima su via Leonardo da Vinci per alcune buone ragioni: è un viale ampio ideale per uno sprint, che dovrebbe essere percorso in senso di marcia contrario all’attuale, è relativamente vicino alla Loggia (basta percorrere via San Faustino) e consente di effettuare l’anello cittadino del Castello (già sperimentato negli anni con successo dal trofeo Città di Brescia memorial Fiori ex Guizzi). Restano le perplessità sui cantieri ancora aperti (in particolare quello all’inizio della salita del colle Cidneo), ma i tecnici hanno avuto ampie assicurazioni dal Comune che tutto sarà a posto per l’arrivo del Giro.

Soddisfatti gli organizzatori che hanno trovato nella città e nell’Amministrazione comunale la piena disponibilità a risolvere i problemi che dovessero sorgere. I tecnici hanno effettuato sul posto i rilievi e preso le misure necessarie per verificare la dislocazione delle tribune per il pubblico e i mezzi di televisione e stampa. Ora si riserveranno alcuni giorni per le valutazioni e poi prenderanno la decisione definitiva.
Nel frattempo nei prossimi giorni si costituirà formalmente in città il comitato di tappa che comprende gli imprenditori locali che hanno fortemente voluto e sostenuto l’arrivo del Giro d’Italia a Brescia. Compito del Comitato locale è raccogliere i fondi necessari a coprire tutte le spese che non rientrano interamente nella quota di pertinenza degli organizzatori e studiare, di concerto con istituzioni pubbliche e private, iniziative promozionali per non perdere l’occasione d’oro di far conoscere al mondo intero Brescia e le sue bellezze artistiche e non solo.

Notte e pedalata rosa, un concorso di idee legato al ciclismo, conferenze, incontri, animazione e coinvolgimento delle scuole sono solo alcune delle iniziative allo studio per fare dell’arrivo del Giro d’Italia a Brescia un evento unico e forse irripetibile nella storia dello sport bresciano.

fonte: il giornale di brescia

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento