VIII Edizione del Concorso Video “Memorie Migranti” — Lombardi nel Mondo

VIII Edizione del Concorso Video “Memorie Migranti”

Scade il 29 febbraio 2012 il termine per la presentazione dei video al Museo regionale dell’emigrazione “Pietro Conti” di Gualdo Tadino (Perugia). Il Museo dell’Emigrazione “Pietro Conti”, con la partecipazione di Rai Internazionale e dell’Isuc, bandisce un Concorso per la migliore testimonianza video sul tema dell’emigrazione italiana all’estero

Scade il 29 febbraio 2012 il termine per la presentazione dei video al Museo regionale dell’emigrazione “Pietro Conti” di Gualdo Tadino (Perugia).

Il Museo dell’Emigrazione “Pietro Conti”, con la partecipazione di Rai Internazionale e dell’Isuc, bandisce un Concorso per la migliore testimonianza video sul tema dell’emigrazione italiana all’estero.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di favorire il recupero e la sensibilizzazione della memoria storica dell’emigrazione italiana nel mondo dalla fine dell’Ottocento ai nostri giorni, nonché favorire un’attività di ricerca e di studio sugli aspetti storici, sociali ed economici legati all’esodo.

I video dovranno essere diretti ad illustrare il fenomeno migratorio attraverso storie individuali e/o familiari e/o comunitarie, considerando la possibilità di muoversi all’interno di un tema variegato e ricco di sfaccettature (i motivi della partenza, il viaggio, i lavori, l’emigrazione femminile, le comunità italiane all’estero, l’integrazione, gli scontri e gli incontri culturali, il ritorno, ed altro).

La VIII edizione del Concorso Video “Memorie Migranti” prevede tre categorie: Scuole, Master e Anfati in Onda.

Il premio consiste sia nella pubblicazione dei video vincitori e finalisti all’interno della VIII edizione del cofanetto DVD “Memorie Migranti”, sia nell’assegnazione di una somma complessiva di 2mila euro.

Per il bando di partecipazione visionare il link: http://www.emigrazione.regione.fvg.it/asp/files/news/[27092011_151145]_bando_gualdotadino_2012.pdf.

Fonte: aise

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento