Festa dell’Uva di Caixias do Sul — Lombardi nel Mondo

Festa dell’Uva di Caixias do Sul

Ufficialmente si tratta della 28esima, poiché è da quasi trent’anni che la festa ha assunto un carattere nazionale, ma la festa dell’Uva di Caixias do Sul vanta una tradizione di circa ottant’anni. Si tratta di una festa che celebra l’uva, prodotto simbolo dell’arduo lavoro dei coloni italiani per coltivare le terre gauchas. Di Marco Stella

Un successo tutto italiano.

In concomitanza con il Carnevale, la maggior festa brasiliana, la città di Caixias do Sul (Rio Grande do Sul) celebra la sua Festa dell’Uva.

Ufficialmente si tratta della 28esima, poiché è da quasi trent’anni che la festa ha assunto un carattere nazionale, ma la festa dell’Uva di Caixias do Sul vanta una tradizione di circa ottant’anni. Si tratta di una festa che celebra l’uva, prodotto simbolo dell’arduo lavoro dei coloni italiani per coltivare le terre gauchas, ma che ricorda anche l’mportanza dei due maggiori settori produttivi: quello agricolo e quello industriale, tanto che da ventidue anni alla Festa dell’Uva si svolge la Fiera Agroindustriale. Furon proprio l’agricoltura e l’industria che da fine ottocento ai giorni nostri permisero allo stato di Rio Grande do Sul di divenire quello che è oggi.

Le attività iniziate per iniziativa degli emigranti italiani (in modo particolare Veneti, Trentini, Lombardi e Friulani) hanno fatto di Caixias uno dei poli agroindustriali piú produttivi del paese. Un successo tutto italiano dunque, tanto quello del meritato progresso quanto quello del sempre maggior successo della festa. Quest’anno all’inaugurazione della Festa dell’Uva hanno partecipato la Presidentessa Dilma Rousseff ed il Governatore di Rio Grande do Sul Tarso Genro, suo compagno di partito. E nell’occasione la Camera dell’Industria e Commercio di Caixias ha inoltrato alle autorità una richiesta ufficiale affinché i Governi, federale e statale, si occupino di alcuni argomenti ritenuti dall’associazione stessa di primaria importanza quali la flessibilizzazione delle leggi che regolano i contratti di lavoro, la riforma tributaria e una maggior attenzione alle infrastrutture regionali (creazione di un nuovo aeroporto e ripristino delle linee ferrioviarie).

Dopo il  pranzo ufficiale tra le autorità federali e statali, il comitato organizzatore della festa, i vertici della Camera di Commercio e i rappresentanti di 21 sindacati, la Festa dell’Uva è entrata nel vivo. Caixias do Sul vivrà il suo Carnevale con sapor d’Italia fino al 4 marzo. In questo lungo periodo ci saranno molti spettacoli musicali, teatrali e danze dove la tradizione dell’immigrazione italiana e le espressioni più contemporanee della musica popolare brasiliana si alterneranno in modo da dare alla Festa dell’Uva un aspetto contemporaneo e fruibile da tutti.

Maggiori informazioni si trovano sul sito ufficiale: www.festanacionaldauva.com.br

 

Marco Stella, Rio de Janeiro

Portale dei Lombardi nel Mondo

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento