Politiche Ue, richieste Lombardia presentate alle rappresentanze diplomatiche — Lombardi nel Mondo

Politiche Ue, richieste Lombardia presentate alle rappresentanze diplomatiche

Alla cerimonia il Presidente del Consiglio Davide Boni, i Consiglieri Segretari dell’Ufficio di Presidenza Massimo Ponzoni e Carlo Spreafico e il Sottosegretario all’Attuazione del Programma Paolo Alli

Alle rappresentanze diplomatiche dei Paesi membri dell’Unione europea presenti a Milano, l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha illustrato stamane nella sala Pirelli del Palazzo della Regione i contenuti della Risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2011 approvata ieri nella sua prima Sessione comunitaria dall’Assemblea regionale lombarda a larghissima maggioranza.
Alla cerimonia di presentazione, sono intervenuti  il Presidente Davide Boni, i Consiglieri Segretari Massimo Ponzoni e Carlo Spreafico (responsabile delle Relazioni Internazionali) e il Sottosegretario all’attuazione del Programma Paolo Alli.
Il documento approvato ieri dal parlamento lombardo sottolinea le priorità che la Lombardia evidenzia nel programma di lavoro, come occupazione, supporto alle imprese, gestione delle frontiere e del carico di accoglienza, sostegno all’agricoltura e difesa delle tipicità e qualità dei prodotti, lotta alla speculazione finanziaria e alla povertà, contrasto ai fenomeni della criminalità con un approccio condiviso. 

Queste linee guida sono state illustrare alle rappresentanze diplomatiche dal Consigliere segretario Carlo Spreafico il quale ha evidenziato che la Lombardia con la Risoluzione approvata intende “realizzare a un percorso che vede il parlamento regionale in prima linea, e in sinergia con l’azione della Giunta regionale, nella programmazione dei processi decisionali di quei regolamenti e direttive Ue che poi finiscono per avere ripercussioni sui cittadini e sulle imprese”. “Vogliamo – ha sottolineato Spreafico – un’Unione europea più vicina ai bisogni e alle aspettative delle comunità e meno burocratica, il coinvolgimento dei parlamenti regionali risponde a questa esigenza perché essi garantiscono e rappresentano tutte le sensibilità”

Per Spreafico è strategico che l’Unione europea faccia sentire la propria vicinanza ai cittadini. “Questo vale per l’economia e l’ambiente e deve valere anche per  Lampedusa alle prese con gli sbarchi dal Maghreb perché Lampedusa  non è l’ultima isola italiana ma il confine su dell’Europa e l’Europa non può defilarsi e far finta che il problema non lo riguardi”.

Per il Consigliere segretario Massimo Ponzoni “con la Risoluzione “ci schieriamo direttamente al fianco dei cittadini lombardi chiedendo all’Europa azioni concrete, in particolare nel campo delle politiche ambientali e occupazionali, rivendicando impegni precisi. Lo facciamo in modo bipartisan, con una convergenza e una condivisione ampia che vede su questa risoluzione l’appoggio anche del Partito Democratico: un ulteriore segno di maturità politica”.

Il Sottosegretario Paolo Alli ritiene “apprezzabile” che la Risoluzione approvata dal Consiglio “faccia riferimento alla collaborazione con gli eurodeputati lombardi, ipotizzando di estendere la collaborazione con tutti gli eurodeputati eletti nella circoscrizione del Nord-ovest. La Risoluzione – ha aggiunto  – è un documento politico importante che racchiude punti preziosi per rafforzare i rapporti, già peraltro buoni, tra la Regione Lombardia e le istituzioni europee. A questo punto sarebbe forse il caso che le istituzioni europee, riconoscendo l’avanzamento del processo di devoluzione, riconoscessero le specificità delle Regioni, consentendo rapporti diretti e non più mediati tramite gli Stati membri ”.

Al termine della presentazione soni intervenuti sottolineando “l’importanza del confronto e dell’analisi avviata dal Consiglio regionale lombardo” i rappresentanti della Repubblica Ceca, dell’Estonia, della Francia, della Polonia e della Slovenia. 

 

(Nella foto: Ponzoni, Spreafico e Alli con i Consiglieri Gaffuri e Ruffinelli e alcuni dei Consoli che hanno partecipato alla presentazione della risoluzione europea

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento