Il mercato del lavoro interregionale tra Lombardia Ticino e Grigioni: ruolo degli attori sociali — Lombardi nel Mondo

Il mercato del lavoro interregionale tra Lombardia Ticino e Grigioni: ruolo degli attori sociali

Questo il titolo del convegno che si terrà a Como il 13 marzo 2008, organizzato dal Consiglio Sindacale Interregionale Ticino Lombardia Piemonte, e da CGIL, CISL e UIL di Como.

“Il mercato del lavoro interregionale tra Lombardia Ticino e Grigioni: ruolo degli attori sociali”: questo il titolo del convegno che si terrà a Como il 13 marzo 2008, organizzato dal Consiglio Sindacale Interregionale Ticino Lombardia Piemonte, e da CGIL, CISL e UIL di Como.

 

La zona di frontiera tra Regione Lombardia, Canton Ticino e Canton Grigioni, può essere considerata come una macroregione avente caratteristiche storiche, territoriali, lavorative, economiche comuni. La linea di frontiera, anche alla luce dell’entrata in vigore degli Accordi Bilaterali Svizzera – UE, rappresenta sempre di meno una separazione bensì uno sbocco naturale per ogni tipo di rapporto o contatto nel territorio interregionale lombardo grigionese ticinese .

Il continuo sviluppo delle relazioni sociali ed economiche sta portando ad un incremento del fenomeno della mobilità lavorativa interregionale peraltro già storicamente presente. Se negli anni passati la mobilità lavorativa era rappresentata per la quasi esclusività dai lavoratori frontalieri, oggi compaiono altre forme lavorative quali il distacco di manodopera, il lavoro autonomo e per finire il lavoro temporaneo in un contesto di rapida evoluzione.

 

La conoscenza precisa dei dati macroeconomici e specifici del mercato del lavoro interregionale e dei flussi che lo caratterizzano, è strumento imprescindibile per Enti, Istituzioni e soggetti privati e pubblici al fine di implementare in maniera efficiente ed efficace azioni ed interventi (anche rispetto alla mobilità lavorativa e del Mercato del Lavoro) che coinvolgano il territorio interregionale e la popolazione ivi residente anche in un’ottica di sviluppo di importanti sinergie italo svizzere.

 

Programma

 

Inizio dei lavori

Presiede ROBERTO CATTANEO Presidente CSIR Ticino Lombardia Piemonte

Saluto di LEONARDO CARIONI –  Presidente Provincia di Como

 

Presentazione del Progetto EURES

MARINELLA GALLO – EURES Regione Lombardia

GIANMARCO GILARDONI – coord. Naz. CSIR CISL

 

Analisi del fenomeno frontaliero oggi e  tendenze in atto

SIEGFRID ALBERTON – IRE Istituto Ricerche Economiche Canton Ticino

 

La nuova mobilità lavorativa interregionale – il distacco di manodopera

SYBILLE PLOUDA – SECO Dipartimento Economia Finanze Confederazione Helvetica

 

Frontalieri ieri oggi e domani: un approccio qualitativo

FURIO BEDNARZ – ECAP Ticino

 

Lo sviluppo di una presenza sindacale nella governance di un Mercato del Lavoro interregionale

ANDREA CIAMPANI – Università LUMSA Roma – Network europeo ASEGE

 

Coffee break

 

Opinioni a confronto    intervengono

ALESSANDRO FERMI – Assessore Formazione e Lavoro Provincia di Como

NELLO PARRAVICINI –  Giunta Camera di Commercio di Como

ROBERTO FORTE – Segretario Regio Insubrica

CLAUDIO POZZETTI – Responsabile Naz. Frontalieri CGIL

GABRIELE MILANI – Segretario sindacato UNIA  Ticino sottoceneri

Coordina GIORGIO BARDAGLIO – giornalista

 

Domande dei partecipanti e risposte dei relatori

 

Conclusioni

 Rappresentante Segreteria Confederale UIL Nazionale

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento