Il ‘Corriere di Tunisi’ sbarca sul web — Lombardi nel Mondo

Il ‘Corriere di Tunisi’ sbarca sul web

Il quindicinale edito a Tunisi in lingua italiana ha già preparato il numero che uscirà il prossimo 10 aprile. All’indirizzo www.ilcorriereditunisi.it si potranno avere le principali notizie riportate dal giornale.

Tunisi – Per i suoi cinquant’anni, il Corriere di Tunisi sbarca sul web (www.ilcorriereditunisi.it). Sono trascorse tante stagioni da quell’inizio del 1956, quando la Tunisia – all’alba della sua indipendenza – vide un gruppo di italiani riunirsi attorno al decano Giuseppe Finzi per dare vita a un foglio in lingua italiana. In questo arco di tempo, il giornale è stato testimone, nonchè protagonista, di tanti avvenimenti che hanno visto il continuo affermarsi della personalità della Tunisia. “Ed anche – spiegano dal Corriere – il necessario ridimensionamento della collettività italiana qui residente ed operante, così come la permanenza di problemi di assistenza, con particolare riferimento alle persone anziane “.

 

Per permettere a tutti di esternare il proprio pensiero, Il Corriere di Tunisi si dice “lieto” di iniziare le sue pubblicazioni al sorgere di un’era nuova per la Tunisia. “Era nuova che noi salutiamo con rispetto, e al nostro saluto uniamo la promessa di contribuire con il nostro lavoro alla sempre crescente prosperità del Paese, e l’augurio fervido e sincero di pace, benessere operoso in un’intensa comunione di affetti e di pensieri fra tutte le differenti collettività che vi vivono “.

 

Il quindicinale edito a Tunisi in lingua italiana ha già preparato il numero che uscirà il prossimo 10 aprile , ma che è già parzialmente consultabile on line. Non poteva mancare l’editoriale, dedicato a un “Ricordo di Papa Giovanni Paolo II”. La Diocesi di Tunisi ha celebrato il 6 aprile una Messa solenne per il riposo eterno del Papa. Un libro di condoglianze, che stato firmato da innumerevoli persone, è stato aperto al Vescovato. Il Corriere riporta poi alcuni estratti degli articoli pubblicati il 30 aprile 1996, in occasione della visita del Papa in Tunisia.

 

“La visita in Tunisia. Il 14 aprile 1996, è partito di nuovo da Tunisi un messaggio chiaro e deciso per la giustizia, la pace e la stabilità nella regione mediterranea e nel mondo”. L’occasione è stata davvero particolare, storica: quella cioè della prima visita che un Papa abbia mai effettuato in Tunisia. Quella del 14 aprile è stata una giornata memorabile anche perché Giovanni Paolo II è andato a Tunisi, a Cartagine, patria di Cipriano, Tertulliano, Agostino, “patria di 3 papi (Vittore, Milziade e Gelasio) non già nel quadro di un periplo pastorale comprendente vari paesi, ma in visita ufficiale, certo breve, ma intensa di incontri, di attività e soprattutto di significati “.

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento