Il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste ha assegnato il Premio “Salvador Allende” — Lombardi nel Mondo

Il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste ha assegnato il Premio “Salvador Allende”

Il Premio “Salvador Allende” agli ambasciatori italiani Piero de Masi e Roberto Toscano, per il loro coraggioso operato a tutela dei diritti umani e della democrazia, nel loro servizio all’Ambasciata italiana di Santiago del Cile durante il colpo di Stato di Pinochet del 1973

TRIESTE – Il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste ha assegnato il Premio “Salvador Allende” agli ambasciatori italiani Piero de Masi e Roberto Toscano, per il loro coraggioso operato a tutela dei diritti umani e della democrazia, nel loro servizio all’Ambasciata italiana di Santiago del Cile durante il colpo di Stato di Pinochet del 1973.

I due diplomatici, come viene spiegato dal direttore del Festival di Trieste, Rodrigo Diaz, “seppero fronteggiare con valore la tragica situazione, tenendo alta la cultura democratica del Paese che rappresentavano e, comportandosi con dignità e coraggio, offrirono asilo ai cileni, ai latinoamericani, e ai cittadini italiani ed europei che scappavano dall’orrore della dittatura”.

Ogni anno il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste assegna il Premio a quanti, artisti o esponenti della società civile e della politica, con il proprio impegno si siano distinti nel “riscattare la memoria e la storia dei popoli latinoamericani” e a quanti in Europa, “colpiti dall’esempio di Salvador Allende, s’impegnarono affinché il Cile ritornasse una democrazia”.

Il Premio Allende agli ambasciatori de Masi e Toscano è stato consegnato sabato scorso, 29 ottobre, nel corso di una serata al Teatro Miela di Trieste, dove si è svolto fino a domenica il Festival del Cinema Latino Americano, promosso dall’APCLAI (Associazione per la Promozione della Cultura Latino Americana in Italia).

Piero de Masi ha trascorso la sua intera vita professionale nel Servizio Diplomatico italiano, alternando periodi di servizio presso il Ministero degli Affari Esteri e presso sedi diplomatiche o consolari in altri Paesi: Francia, Sud Africa, Cile, Cecoslovacchia, Spagna, Repubblica Democratica Tedesca, Namibia, Stati Uniti e Paesi Bassi. Alcune delle vicende che hanno caratterizzato la scena mondiale nella seconda metà del XX secolo hanno avuto in De Masi uno spettatore, a volte fortuito, altre volte attivamente coinvolto: dalla condanna del regime dei Colonnelli greci da parte del Consiglio d’Europa, al sistema dell’apartheid in Sud Africa; dal golpe cileno del ’73 al Movimento Charta 77 nella Cecoslovacchia del dissenso; dall’avvento della democrazia nella Spagna post-franchista ai drammatici accadimenti nel mondo comunista e alla caduta del Muro di Berlino; dalla nascita dell’ultimo stato post-coloniale africano, la Namibia, alla tragedia dell’11 settembre negli Stati Uniti. Oggi è Guest Lecturer regolare in Storia e Cultura presso l’American University di Roma e nell’ambito del Rome Program del Simmons College di Boston. Ha anche insegnato Lingua Italiana presso la University of South Alabama.

L’ambasciatore Roberto Toscano ha concluso, alla fine dello scorso anno, quarant’anni di carriera diplomatica (1969-2010), che lo hanno portato a prestare servizio in diversi paesi. Secondo Segretario presso l’Ambasciata d’Italia a Santiago dal dicembre 1971 al novembre 1974, Roberto Toscano ha ricoperto in seguito incarichi a Mosca, Madrid, Washington,Ginevra (Missione Italiana presso le Nazioni Unite) e infine, come ambasciatore, è stato a Teheran e Nuova Delhi. In diversi periodi ha prestato servizio presso il Ministero degli Esteri, in particolare ricoprendo per sette anni il ruolo di responsabile d’analisi e programmazione. Laureato in legge presso l’Università di Parma, ha conseguito un Master in Relazioni Internazionali presso la Scuola di Alti Studi Internazionali della Johns Hopkins University di Washington. È stato inoltre Fellow del Centro Studi Internazionali dell’Università di Harvard. Nel primo semestre del 2011 è stato Public Policy Scholar presso il Woodrow Wilson International Center for Scholars a Washington. Ha insegnato Relazioni Internazionali all’Università di Pisa e alla LUISS di Roma. È autore di libri e articoli pubblicati in vari paesi,in particolare su temi di etica e relazioni internazionali, diritti umani, prevenzione dei conflitti.

Fonte: aise

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020