“I Canadesi in Italia”: la storia delle campagne di Sicilia e d’Italia con le divisioni canadesi dal 1943 al 1945″ — Lombardi nel Mondo

“I Canadesi in Italia”: la storia delle campagne di Sicilia e d’Italia con le divisioni canadesi dal 1943 al 1945″

“I canadesi in Italia. La storia delle campagne di Sicilia e d’Italia con le Divisioni canadesi dal 1943 al 1945” che si terrà all’Università degli Studi di Milano dal 17 al 23 ottobre ed infine ad Ortona al Museo della Battaglia dall’11 novembre all’11 dicembre 2011

“I canadesi in Italia. La storia delle campagne di Sicilia e d’Italia con le Divisioni canadesi dal 1943 al 1945” è il titolo di una mostra aperta il 4 giugno a Crema, nella sede della Pro Loco, per poi essere trasferita all’Università degli Studi di Milano dal 17 al 23 ottobre ed infine  ad Ortona al Museo della Battaglia dall’11 novembre all’11 dicembre

 

Si tratta di una mostra dedicata alle forze canadesi che hanno combattuto per la liberazione del nostro paese nel corso della Seconda Guerra Mondiale, e descrive le cinque principali battaglie cui hanno preso parte i canadesi, con particolare attenzione agli aspetti umani della guerra in Italia.

 

La mostra, concepita e realizzata dall’Associazione Centre Juno Beach – Canada, sotto la direzione scientifica dello storico canadese Eric McGeer, Ph.D, ed esposta al museo francese Centre Juno Beach di Courseulles nel 2008-2009, viene ora proposta in Italia grazie al museo Il D-Day in Miniatura, di Crema, in collaborazione con l’AISC (Associazione Italiana di Studi Canadesi).

 

Alla mostra è stata conferita la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. La mostra ha ottenuto inoltre il patrocinio dell’Ambasciata Canadese in Italia e dei seguenti enti locali: Regione Lombardia, Regione Abruzzo, Provincia di Milano, Provincia di Cremona, Provincia di Chieti, Comune di Milano, Comune di Crema, Comune di Ortona.

 

17-23 ottobre 2011  Milano, Università degli Studi, Via Festa del Perdono, 7

 

Inaugurazione: 17 ottobre, ore 17 – Sala di Rappresentanza del Rettorato

 

Mary Lynn Reid, la presidentessa racconta che la parte della mostra dedicata a Ortona è molto interessante. Proprio a Ortona una quarantina di anni fa incontrò un signore di Ortona che zoppicava, il quale al sentire che era canadese cominciò a raccontare la sua storia. Da bambino durante l’avanzata alleata era stata gravemente ferito a una gamba e salvato da un medico canadese che lo aveva operato su un tavolo da biliardo. E di questo ne era ancora riconoscente.

 

Ci sono poi altre storie su Ortona successe forse in altri luoghi dove la vigilia di Natale si poteva ascoltare Silent Night e udire magari Heilige Nacht in lontananza.

 

Il Museo della Guerra di Ottawa ha una sala riservata alla battaglia di Ortona che nel dicembre 1943 impegnò le truppe canadesi che riuscirono a sconfiggere quelle tedesche dopo violenti combattimenti e utilizzando per la prima volta le tecniche di guerriglia urbana. Alla fine del secondo conflitto mondiale la campagna d’Italia costò ai canadesi oltre 9.000 morti e 20.000 tra feriti e prigionieri.

 

Ernesto Milani

Ernesto.milani@gmail.com

18 ottobre 2011

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento