I progetti CDM in Sud America di Asja.biz in Argentina — Lombardi nel Mondo

I progetti CDM in Sud America di Asja.biz in Argentina

Asja.biz, azienda italiana che produce energia elettrica pulita da fonti rinnovabili, ha recentemente inaugurato il secondo impianto di riduzione delle emissioni di gas serra in Argentina, costruito su una delle discariche di rifiuti solidi urbani più grandi di Buenos Aires

Buenos Aires –  Come quello di Rosario, inaugurato poco tempo prima, questo impianto di captazione e combustione in torcia soddisfa pienamente i parametri di Kyoto ed ha ottenuto la registrazione presso l’UNFCC al n. 341 come impianto produttore di CERs -Certified Emission Reduction.

Grazie alla tecnologia utilizzata, si prevede che nei prossimi 10 anni l’impianto sarà in grado di evitare l’immissione di oltre 3,5 milioni di tonnellate di anidride carbonica (CO2) che verrebbero disperse in atmosfera se il biogas non fosse adeguatamente captato e distrutto. All’inaugurazione erano presenti, oltre alle autorità locali e al sindaco di Buenos Aires, anche rappresentanti del ministero dell’Ambiente e il Presidente di Asja.biz.

L’azienda, nata nel 1995, si propone come una realtà moderna e virtuosa nei confronti dell’ambiente, tesa a dare un contributo per soddisfare i bisogni energetici mediante lo sfruttamento di risorse naturali e rinnovabili, senza pregiudicare le ricchezze del nostro pianeta e la vita di chi vi abita. È quindi attiva nel trading di energia e di Certificati Verdi; è protagonista nell’applicazione dei Meccanismi flessibili del Protocollo di Kyoto con progetti di riduzione dei gas serra. Tramite la controllata Asja Market, vende energia verde ad enti pubblici e aziende private. Tra questi il Comitato Organizzatore delle XX Olimpiadi Invernali Torino 2006, che ha scelto di utilizzare l’energia verde prodotta dagli impianti Asja.biz per illuminare il proprio Centro Direzionale Olimpico. L’energia verde prodotta è garantita dal marchio Asja.biz clean energy.

Asja.biz è la prima azienda italiana ad aver sviluppato e realizzato all’estero progetti di riduzione delle emissioni di gas serra nell’ambito del Protocollo di Kyoto. In particolare essa opera nel campo della captazione e valorizzazione energetica del biogas prodotto dalle discariche di rifiuti solidi urbani con programmi in sviluppo in Cina e Sud America. Asja.biz ha infatti avviato progetti CDM (Clean Development Mechanism) in questi Paesi ed ha già ricevuto offerte d’acquisto da parte di brokers e di utilizzatori finali dei Carbon Credits.

In Cina sono in corso di realizzazione 6 progetti CDM . Di questi, cinque riguardano la realizzazione di impianti di captazione e valorizzazione energetica del biogas prodotto dalla fermentazione anaerobica dei rifiuti organici presso le discariche municipali di Fuxin, Kunming, Handan, Anyang e Shenyang. Il progetto di Shenyang, città del Nord Est della Cina, prevede la realizzazione dell’impianto presso una delle più grandi discariche cittadine che accoglie i rifiuti di oltre 7 milioni di abitanti. Grazie ai 6 MW di potenza installata, l’impianto produrrà circa 45.000 MWh/anno di energia verde e conseguirà circa 1 milione di CERs in sette anni.

Inoltre, il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio ha inserito Asja.biz, nel “SINO ITALIAN COOPERATION PROGRAM”, che prevede l’avviamento di progetti di cooperazione ambientale che coinvolgono imprese italiane che intendono effettuare investimenti “verdi” in Cina.

Nell’ambito di questo programma Asja.biz ha avviato collaborazioni con il Ministero italiano e con l’Amministrazione Statale per la protezione ambientale cinese (SEPA), per la realizzazione dei progetti di Handan e Anyang. Il sesto progetto è quello di Luohe, nato dall’accordo con la “Shineway Group”, – il primo produttore di salumi in Cina – e prevede la costruzione di un impianto per lo sfruttamento del biogas generato dai rifiuti organici dei suini di proprietà dell’azienda. La produzione di CERs prevista è di circa 250.000 in 7 anni.

In Argentina sono stati realizzati, come dicevamo, due progetti CDM, il primo a Buenos Aires (Norte III) e il secondo a Rosario (Gallego I,II,III). Per il progetto è stata costituita una società italo-argentina, chiamata Aria.biz. Attraverso questa società, Asja.biz ha costruito l’impianto di captazione e combustione del biogas prodotto nella discarica di Norte III a Buenos Aires. La produzione di CERs annua, prevista nel PDD di questo progetto (documento tecnico descrittivo che contiene informazioni sulla tecnologia utilizzata ed una stima annuale delle emissioni evitate), ammonta a 3,6 milioni circa nell’arco di dieci anni. Il secondo progetto, realizzato sulla discarica di Rosario (Puente Gallego), produrrà circa 600 mila CERs in dieci anni a partire dal settembre 2006. Asja.biz, attraverso la controllata Asja Brasil, opera inoltre in Brasile con progetti di riduzione delle emissioni dei gas serra. La società, costituita nell’agosto 2005, si propone di acquisire spazio nel mercato brasiliano dell’energia verde, con particolare interesse per lo sfruttamento del biogas da discarica. Attualmente sussistono i contatti con alcune prefetture e con enti privati per la costruzione degli impianti di sfruttamento del biogas da rifiuti domestici ed il relativo ottenimento dei Cers previsti dai meccanismi flessibili del Protocollo di Kyoto. Sono inoltre in corso trattative private relative allo sfruttamento delle biomasse, in particolare nel settore della canna da zucchero.

 

www.lagazzetta.italia.cl

 

 

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento