Il Progetto Criança Esperança è un buon esempio di trasparenza sociale — Lombardi nel Mondo

Il Progetto Criança Esperança è un buon esempio di trasparenza sociale

Il sito del progetto Criança Esperança mostra nel dettaglio il valore e la destinazione delle donazioni, le associazioni beneficiate con numeri ed indirizzi dei 73 progetti sociali finanziati nel 2009

“La XXIV edizione del Criança Esperança grande azione beneficiante su scala nazionale molto più trasparente. E’ possibile accompagnare la situazione dei bambini ed adolescenti beneficiati dalle azioni sociali realizzate negli spazi del progetto in San Paolo, Rio, Belo Horizonte e Olinda. Il sito del progetto Criança Esperança criancaesperanca.com.br, mostra nel dettaglio il valore e la destinazione delle donazioni,  le associazioni beneficiate con numeri ed indirizzi dei 73 progetti sociali finanziati nel 2009.”

La trasparenza da parte delle associazioni filantropiche direi che oggi sia un percorso obbligatorio, capace di garantire a molte ONGs, Onlus e associazioni varie, una immagine pulita.

Sono purtroppo numerose le associazioni che usano la maschera del volontariato per secondi fini: arricchimento personale, fini elettorali o peggio ancora per coprire vere e proprie associazioni criminali. La trasparenza è senza ombra di dubbio il miglior modo per dimostrare che si stia lavorando realmente con spirito di volontariato, distinguendosi da quella marea di associazioni che agiscono in modo ambiguo. In Italia sono stati fatti grandi passi avanti nell’ultimo decennio mentre in Brasile la situazione del settore volontariato è ancora alquanto confusa. Come nel caso dell’Italia, anche in Brasile una grandissima fetta della  popolazione ha un cuore realmente caritatevole, ma nella maggior parte dei casi questa volontà di donazione viene frenata dal dubbio di un giusto uso del contributo da parte della associazione. Mostrandosi trasparenti si conquistano questi contribuenti volontari, dando maggior respiro ai migliaia di progetti pensati per migliorare la società da punto di vista umano e ambientale. L’esempio di Crinça Esperança è da seguirsi, anche da parte delle innumerevoli associazioni di volontariato create o gestite da italiani in terra brasiliana. Da “O Globo” agosto ’09 traduzione e commento di Marco Stella

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento