FMI notò che l’Uruguay sta raggiungendo la sua capacità produttiva installata — Lombardi nel Mondo

FMI notò che l’Uruguay sta raggiungendo la sua capacità produttiva installata

Questo all’erta, emesso per il direttore del Dipartimento dell’Emisfero Occidentale, Anoop Singh, implica che il paese avrà bisogno di maggiori investimenti per crescere. Da parte sua, la Camera di Industria concorda con queste affermazioni, mentre gli industriali credono che coi suoi detti, Singh può fare che gli investitori posticipino il suo stabilimento nell’Uruguay

 Il gerarca affermò che sebbene la congiuntura continuerà ad essere favorevole per la regione, esistono rischi  sul deterioro della  situazione . 

Davanti a questa avvertenza, il direttore generale della Camera di Industria, Roberto Villamil, disse ad Indice 810 che durante la crisi molte imprese cessarono la sua attività e secondo lui, metterli in funzionamento implica investimenti molto alti che difficilmente possano portare a termine.

Villamil riconobbe che le affermazioni di Singh sono certi. “Capiamo che l’unica maniera di mantenere una crescita sostenuta della produzione e delle esportazioni, è generando le condizioni affinché l’investimento cresca e possa generarsi un maggiore livello di capacità installata e con infrastrutture più moderne e con tecnologie più aggiornate. Sfortunatamente non sembra che siano date le condizioni come affinché quella corrente di investimento si dia a livello generale”

Ugualmente, il dirigente industriale disse che questo è un momento molto complesso, con difficoltà di finanziamento ed incertezza in materia di politica tributaria.

Dovrebbe migliorare sostanzialmente. Bisognerebbe progettare strumenti creditizi che facilitassero l’accesso al credito. Oltre che ci sono oggi risorse ed i tassi non sono molto elevati, ci sono comunque difficoltà per unirsi col credito per ragioni vincolate a conseguenze della crisi, in relazione alla qualificazione delle imprese, alle difficoltà che vedono gli investitori o gli industriali di concretare progetti, perché non c’è una sensazione che ci sia la possibilità di fare commerci redditizi in questo momento”, affermò.

D’altra parte, dall’Unione di Esportatori si considera che le affermazioni di Singh generano conseguenze tanto positive come negative.

Il tesoriere dell’Unione, Edmundo Macchi, spiegò che è positivo che tutta la capacità oziosa nelle squadre fisse si è venuta riempendo. Mentre, la parte negativa,” è la paura che possa darsi negli investitori e che aspettino più tempo in funzione della situazione tanto speciale che stiamo vivendo; che differiscano un po’ gli investimenti, nell’attesa di una modificazione e che ciò ci faccia perdere possibilità di maggiore produttività.”

Nel terreno politiche, ex autorità di governo, sottrassero importanza alle affermazioni di Singh. Dissero che il FMI stà confondendo la situazione dicendo un giorno una cosa ed un altro giorno un’altra. Inoltre, rimarcarono che i numeri del governo sono buoni.

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento