Fondazione Cariplo – Giovani talenti lombardi a confronto con i Nobel — Lombardi nel Mondo

Fondazione Cariplo – Giovani talenti lombardi a confronto con i Nobel

Dodici giovani scienziati e ricercatori lombardi sono stati selezionati per vivere un’esperienza unica: convivere per sei giorni a Lindau, in Germania, con vari Premi Nobel in occasione del prestigioso “61th Lindau Nobel Laureates Meeting”

La Fondazione Cariplo ha selezionato sette studenti di medicina e cinque di economia, in maggior parte donne, per partecipare all’evento. Negli ultimi tre anni “Fondazione Cariplo” ha sostenuto centinaia di progetti rivolti a giovani ricercatori, con un contributo di oltre 22 milioni di Euro.

Testo articolo :

Venerdì 17 giugno, presso la Sala Tiepolo della Fondazione Cariplo di Milano, si è svolta la conferenza stampa per la presentazione de “I talenti lombardi a confronto con i Nobel”, ovvero i nuovi volti della ricerca italiana. Così potremmo definire il gruppo di questi dodici giovani ed intraprendenti ricercatori, impegnati nei laboratori per gli studi sulle malattie infettive, sulle patologie legate alla gravidanza e sulle analisi del DNA. Tutte storie personali che li unisce la passione per la ricerca.

Grazie ad un recente accordo tra la Fondazione Cariplo e la Fondazione Lindau (Foundation Lindau) questi giovani ricercatori sono stati selezionati nell’ambito delle numerose attività legate alla ricerca. I nostri giovani ricercatori parteciperanno, dal 26 giugno al 1 luglio, al 61° Lindau Nobel Laureates Meeting, uno dei più prestigiosi meeting scientifici, un appuntamento sul Lago di Costanza, in Germania, diventato ormai una tradizione e che quest’anno vedrà impegnati 570 giovani ricercatori provenienti da 80 paesi che si confronteranno sulle tematiche della medicina.

Dal 1951 ad oggi i migliori scienziati si incontrano sulle rive del Lago di Costanza. Da un lato i Premi Nobel, dall’altro i più promettenti giovani ricercatori che sono i candidati a raccoglierne l’eredità e con l’obiettivo ben preciso di – educate and inspire –

ovvero formare giovani ricercatori di talento in grado di contribuire al progresso della medicina. 

La delegazione italiana, prevalentemente rosa, sarà rappresentanta dall’Università degli Studi di Milano con tre giovani ricercatrici della Facoltà di Medicina e Chirurgia (Elena Gammella, Chiara Mandò e Claudia Tagliabue), dall’Università degli Studi di Pavia con altrettante tre ricercatrici (Manuela De Gregori, Anna Olivieri e Serena Bonomi). Unico uomo, Cristian Ripoli, in rappresentanza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, della Facoltà di Neuroscienze.

Dal 23 al 27 agosto sarà invece la volta dell’economia con il 4° Meeting of the Sveriges Riskbank Prize in Economic Sciences, una riunione dove 382 giovani economisti, provenienti da 62 paesi si confronteranno con i Premi Nobel dell’Economia.

Ben 21 saranno i Premi Nobel che hanno confermato la loro presenza, tra cui Dale T. Mortenson e Christopher A. Pissarides (2010), Robert A. Mundell (1999) e John F. Nash (1994).

In questo caso saranno cinque i rappresentanti dei giovani economisti italiani: Tiziana Assenza e Maja Ferjancic, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Alessia Paccagnini dell’Università di Milano Bicocca, Ruggero Golini dell’Università degli Studi di Bergamo ed Emanuele Campiglio dell’Università degli Studi di Pavia.

Alla conferenza stampa era presente il Presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti, il quale ha espresso la convinzione che i giovani italiani hanno bisogno di opportunità come questa di Lindau, che rappresenta per le giovani generazioni di ricercatori un’eccellente occasione di arrichimento professionale per stabilire contatti internazionali in un contesto altamente qualificato. Il Presidente Guzzetti ha ribadito come la Fondazione Cariplo, da tempo, investe nel capitale umano con la convinzione che questo significhi porre solide basi per il successo di domani. L’opportunità che si offre ai giovani dodici talenti di andare a Lindau è un’opportunità decisiva per lo sviluppo delle loro carriere scientifiche.       

 

Giovanni Girardi

 Milano, 17giugno 2011   

 

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento