Italiamiga, Brasile: importante iniziativa culturale a Rio de Janeiro — Lombardi nel Mondo

Italiamiga, Brasile: importante iniziativa culturale a Rio de Janeiro

Tra le varie iniziative, che vanno sotto il titolo di “Letteratura nel Forte”, il progetto di pubblicare, mensilmente, una collettanea di poesia, di dieci differenti autori, oltre che, annualmente, una antologia del forte e, una antologia bilingue, di autori brasiliani, in portoghese, con la traduzione delle loro opere letterarie in italiano

Tra le varie iniziative, che vanno sotto il titolo di “Letteratura nel Forte”, il progetto di pubblicare, mensilmente, una collettanea di poesia, di dieci differenti autori, oltre che, annualmente, una antologia del forte e, una antologia bilingue, di autori brasiliani, in portoghese, con la traduzione delle loro opere letterarie in italiano

 

Rio de Janeiro: “Una delle cartoline postali più suggestive di Copacabana, la spiaggia simbolo di Rio de Janeiro, è il famoso Forte che si trova all’imboccatura della baia di Guanabara, con i suoi poderosi cannoni d’artiglieria costiera rivolti, minacciosamente, verso l’orizzonte, per scoraggiare lo sbarco di eventuali nemici.

 

Comandante del forte è il colonnello Edson Silva de Oliveira, che, oltre a svolgere brillantemente le sue funzioni militari, conduce una vera e propria campagna culturale per stimolare e diffondere la letteratura tra la popolazione carioca”. È quanto scrive Edoardo Pacelli, direttore di “Italiamiga” e responsabile del Pdl per il Brasile, che affida queste riflessioni alle pagine del mensile che dirige da Rio de Janeiro.

“Tra le varie iniziative, che vanno sotto il titolo di “Letteratura nel Forte”, esiste il progetto di pubblicare, mensilmente, una collettanea di poesia, di dieci differenti autori, oltre che, annualmente, una antologia del forte e, a partire dal 2007, una antologia bilingue, di autori brasiliani, in portoghese, con la traduzione delle loro opere letterarie in italiano. L’iniziativa del 2007 è stata realizzata con la sponsorizzazione dell’UCAI, Unione Cattolica Artisti Italiani, che ha conferito agli autori un diploma, durante una suggestiva cerimonia nell’auditorio del complesso militare.

Brillanti ed instancabili responsabili del progetto “Letteratura nel Forte” sono i signori Antonio e Mara. Per iniziativa del Comandante, i due responsabili hanno pensato di conferire un diploma di benemerenza al nostro Ministro dei Beni e Attività Culturali, senatore Sandro Bondi.

È infatti allo studio, la realizzazione di un’altra “Antologia bilingue, in verso e prosa” per il prossimo anno, 2009, invitando il ministro, in occasione di una sua eventuale visita al Brasile, a presiedere la consegna dei diplomi. È questa una ragione di più per stringere i forti legami già esistenti con il nostro Paese, visto l’importantissimo ruolo esercitato dai nostri connazionali qui immigrati, nello sviluppo e progresso della cultura brasiliana, nelle arti plastiche, nella musica, nel cinema e nel teatro.

Grazie al governo Berlusconi, tra l’altro, la città di Rio ospita il maggior numero di libri italiani, nel mondo, nella famosa Biblioteca Nacional, grazie, anche, ad una donazione di oltre ventimila volumi che l’allora sottosegretario Nicola Bono consegnò a questa prestigiosa entità in occasione della Biennale del Libro del 2005, che vedeva l’Italia come Paese ospite d’onore. Il diploma al ministro Bondi sarà consegnato, a Roma, dal dottor Edoardo Pacelli, nel corso del suo viaggio in quella città, scrittore che partecipa attivamente, con le sue poesie, all’attività letteraria del Forte.

Dall’antico slogan dei giovani hippie di un tempo, “Mettete un fiore nei vostri cannoni”, si è passati, grazie al colonnello Edson, ad un più concreto, elegiaco e valido “Mettete un libro nei vostri cannoni!”.

 

Di Edoardo Pacelli

Fonte: (aise)

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento