Italia e Brasile rafforzano la cooperazione scientifica — Lombardi nel Mondo

Italia e Brasile rafforzano la cooperazione scientifica

Guidata dai Segretari Generali dei rispettivi Ministeri degli Esteri, l’Ambasciatore Michele Valensise e l’Ambasciatore Sérgio Danese, si e’ svolta in Brasile la VI Riunione del Consiglio Italia-Brasile di Cooperazione economica, industriale, finanziaria e per lo sviluppo.
Italia e Brasile rafforzano la cooperazione scientifica

La Commissione Mista Italia-Brasile per la cooperazione scientifico-tecnologica

Un appuntamento “importante che ha confermato la profondità e le potenzialità dei rapporti tra Italia e Brasile”, ha commentato Valensise che, a margine dei lavori, ha anche incontrato ilMinistro degli Esteri brasiliano, Mauro Vieira.

 

 

L’incontro tra le rappresentanze dei due Paesi ha affontato una vasta  agenda: si è parlato di difesa, opportunità di investimenti, joint venture, trasferimento di know how, cooperazione scientifica e spaziale e delle sue implicazioni commerciali.

Nell’ambito del Consiglio si sono anche svolti i lavori della II Commissione Mista Italia-Brasile per la cooperazione scientifico-tecnologica con la partecipazione di autorevoli delegazioni, guidate per parte brasiliana dal Direttore dell’Ufficio Affari Internazionali del Ministero della Scienza, Tecnologia e Innovazione (MCTI), Ambasciatore Carlos Henrique Cardim, e per parte italiana  dal Capo dell’Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del MAECI, Ministro Plenipotenziario Roberto Cantone.

I lavori della Commissione sono stati aperti dai capi delle due delegazioni, che hanno riferito sull’attuale stato della cooperazione in materia scientifico e tecnologica tra i due Paesi, ponendo in evidenza i risultati scaturiti dal primo meeting della Commissione, svoltosi a Roma nel 2013. Successivamente sono stati illustrati alcuni progetti congiunti tra università e centri di ricerca italiani e brasiliani, e si è discusso del sostegno alla mobilità dei ricercatori.  Ha fatto seguito una sessione a tavoli dedicati (Spazio, Fisica e Astrofisica; Innovazione, Nanotecnologie e Nuovi Materiali; Scienze Agricole, Bioenergie e Food Technologies) finalizzata a individuare le priorità per il prosieguo della cooperazione bilaterale in materia scientifico e tecnologica.

Nutrita la delegazione scientifica italiana che ha preso parte ai lavori: Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Consorzio Interuniversitario per il Calcolo Automatico(CINECA), Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), International Centre for Relativistic Astrophysics(ICRANet-ICRA), Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Politecnico di Bari, Politecnico di Milano, Università di Bologna, La Sapienza – Università di Roma, Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Università Politecnica delle Marche.

 

www.researchitaly.it

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento