L’iter delle leggi — Lombardi nel Mondo

L’iter delle leggi

Per entrare in vigore, la legge regionale percorre un iter complesso che inzia da un “progetto” di legge e termina con la sua promulgazione. Nella scorsa legislatura (la settima, dal 2000 al 2005) sono stati promulgati, cioè sono diventati legge della Regione Lombardia, circa 150 provvedimenti su un totale di 501 progetti di legge presentati.

Un progetto di legge può essere presentato dai Consiglieri regionali o dalla Giunta regionale. Possono inoltre promuovere il procedimento legislativo altri soggetti come gli elettori della Regione e i Consigli comunali e provinciali secondo le modalità previste dallo Statuto in tema di iniziativa popolare.

Una volta presentato (il documento è contrassegnato da una data e dal nome dei promotori), il progetto di legge viene esaminato dall’Ufficio di Presidenza e assegnato dal Presidente del Consiglio regionale ad una Commissione, detta referente. Il progetto di legge può essere assegnato anche a più Commissioni ed in questo caso oltre all’identificazione della Commissione referente vengono segnalate anche una o più Commissioni, dette “consultive”, che devono esprimere un parere sui contenuti del provvedimento alla Commissione referente. 

Terminato l’esame in Commissione referente e votato, il progetto di legge passa alla discussione dell’Assemblea. Quando l’Assemblea lo approva, il progetto di legge diventa legge del Consiglio regionale. Il Presidente del Consiglio regionale invia quindi il testo approvato al Presidente della Regione per la promulgazione.

Una volta promulgata, la legge è pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (Burl) e di norma entra in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione.

 Se la legge regionale contiene aspetti che possono essere ricondotti a materie legislative di competenza statale, il Governo nazionale può impugnare la legge rivolgendosi alla Corte Costituzionale entro 60 giorni dalla pubblicazione.

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento