Regione Lombardia leader del BIT 2012 — Lombardi nel Mondo

Regione Lombardia leader del BIT 2012

Alla Borsa Italiana del Turismo la Regione manzoniana gioca un ruolo predominante, nonostante la riduzione delle spese dettate dalla crisi economica. La soddisfazione dell’Assessore al Turismo, Stefano Maullu, e l’entusiasmo del Sindaco di Magenta, Luca Del Gobbo: entrambi in prima fila nel promuovere le eccellenze regionali. Sul piano internazionale predomina la Polonia: pronta, come dichiarato dal Console Generale, Krzysztof Strzałka, a sostenere l’EXPO di Milano del 2015.
Regione Lombardia leader del BIT 2012

L’Assessore Stefano Maullu

“Per mezz’ora buona ho cercato lo stand della SEA, indicato sulla guida, e, alla fine, ho scoperto che è accorpato a quello del Comune di Milano: è impensabile che gli aeroporti della città che ospita l’evento non siano rappresentati con un proprio spazio autonomo”. E’ in questa protesta di un visitatore che sta tutta l’edizione 2012 della BIT: la Borsa Italiana del Turismo che, in un periodo di particolare crisi per l’Italia, ha letteralmente tirato i cordoni e centellinato ogni uscita.

Ciò nonostante, l’austerity non ha impedito il successo della manifestazione organizzata ogni anno per mettere in contatto i buyer con gli operatori del settore del commercio appartenenti non solo al mercato italiano, ma anche a quello europeo e mondiale. Tra i vari espositori, predominanza indiscussa è stata esercitata dallo stand di Regione Lombardia: presente non solo con diverse sezioni dedicate ad ogni singola Provincia, ma anche con iniziative culinarie volte alla promozione delle particolarità locali, come il rinomato Torrone di Cremona.

“Quest’anno abbiamo meno a spazio a disposizione – ha dichiarato a Lombardi nel Mondo l’Assessore al Commercio, Turismo e ai Servizi della Regione Lombardia, Stefano Maullu – ma non ci siamo abbattuti d’animo, anzi. Con un notevole risparmio di danaro pubblico siamo riusciti a creare tanti incontri quanti gli anni passati, non abbiamo deluso le aspettative, ed abbiamo lanciato una campagna promozionale della Lombardia soprattutto in chiave EXPO: un evento che non deve restare circoscritto all’area settentrionale, ma beneficiare a tutto il Paese”.

 

il Sindaco di Magenta Del Gobbo In sintonia con il clima di unità nazionale manifestato dell’Assessore Maullu è uno degli stand maggiormente rilevanti per colore, allestimento e, soprattutto, attività, come quello di Magenta. Qui, a onorare i visitatori c’è mezza Giunta comunale, con il testa niente di meno che il Sindaco, Luca del Gobbo: un Primo Cittadino degno della tradizione manzoniana, sul campo per promuovere il suo territorio in nome della storia, ma pronto a rientrare in Municipio per coordinare un’emergenza dell’ultim’ora.

“Magenta è la città dell’Unità d’Italia: qui, il 4 Giugno del 1851, i franco-piemontesi hanno rotto il fronte austriaco, ed hanno aperto la strada verso la presa di Milano e della Lombardia – ha illustrato Del Gobbo – La nostra città ha varato un piano di ammodernamento dei monumenti, riqualificazione turistica del Magentino, rievocazioni di avvenimenti del passato della nostra Nazione, e apertura di un museo in vista dell’EXPO. Siamo a pochi minuti da Malpensa – ha continuato il Primo Cittadino, mostrando la cartina in un angolo dello stand – è impensabile che chi verrà in Lombardia per l’esposizione internazionale non si ferma da noi”.

 

La Lombardia, e le sue realtà locali, hanno prevalso, così, nei padiglioni dedicati all’Italia, tanto quanto a farla da padrone nell’area internazionale sono state Canada e Polonia. Presso lo stand del Québec è stata organizzata la presentazione della rivista Dove, dedicata all’area francofona dello Stato canadese. Invece, Varsavia ha puntato tutto sulla degustazione di prelibatezze della cucina polacca, e sulla promozione dei Campionati Europei di calcio che – simbolizzati dal calcio balilla posto al centro dello stand a disposizione dei visitatori – la Polonia organizzerà con l’Ucraina.  Lo Stand della Polonia al BIT

“Sebbene la Polonia non abbia aderito all’EXPO, ritiene l’Italia e la Lombardia un prezioso partner economico e commerciale – ha dichiarato, in esclusiva per Lombardi nel Mondo, il Console Generale della Repubblica Polacca, Krzysztof Strałka – in particolare, stiamo lavorando per il 2014: anno della Polonia in Italia. Sarà questa data a permetterci di lanciare anche nel nostro Paese [la Polonia, M.C.] l’Esposizione Universale del 2015, e permettere a Milano e alla Lombardia il pieno successo di un’iniziativa dall’importanza indiscussa”.

Matteo Cazzulani

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento