El Salvador. La Chiesa attende maggiori investimenti statali per sanità e istruzione — Lombardi nel Mondo

El Salvador. La Chiesa attende maggiori investimenti statali per sanità e istruzione

“Speriamo che non si tratti solo di una proposta ma che venga messa in pratica per risolvere uno dei problemi più gravi che abbiamo” ha sottolineato l’Arcivescovo. Secondo i dati della Polizia Nazionale Civile (PNC), nel 2011 sono morti 103 alunni a causa della violenza

San Salvador – La Chiesa cattolica di El Salvador considera l’educazione come fondamentale per lo sviluppo di un paese e, in seguito al progetto di bilancio per il 2012 appena presentato dal Ministero delle Finanze, ha mostrato il suo apprezzamento per l’aumento dei fondi destinati a sanità e istruzione.

In una recente dichiarazione, Sua Ecc. Mons. José Luis Escobar Alas, Arcivescovo di San Salvador, ha affermato che il tema del bilancio è di importanza fondamentale per tutto il paese e che la Chiesa rimane in attesa vigile della sua approvazione. “E’ importante discuterne con grande libertà, con la buona volontà e la collaborazione di tutti” ha aggiunto l’Arcivescovo durante l’omelia domenicale. Ha sottolineato anche il fatto che negli anni passati si sono verificate esperienze per le quali il bilancio è stato fatto in ritardo, colpendo la nazione, “ci auguriamo che adesso non ci siano blocchi e i provvedimenti siano presi in tempo”.

Il bilancio sarà approvato al più tardi alla fine dell’anno e le tre grandi scommesse sono l’istruzione, la sanità e l’educazione.

L’Arcivescovo ha anche constatato le difficoltà del governo a lavorare nelle aree sociali, in particolare in questi tre settori, prestando attenzione alla popolazione più povera. Mons. Alas spera che le conclusioni della consulta nazionale proposte dal Consiglio Nazionale per l’Educazione (CNE), denominate «L’Educazione per un paese senza violenza» non rimangano solo parole. “Speriamo che non si tratti solo di una proposta ma che venga messa in pratica per risolvere uno dei problemi più gravi che abbiamo” ha sottolineato l’Arcivescovo. Secondo i dati della Polizia Nazionale Civile (PNC), nel 2011 sono morti 103 alunni a causa della violenza. (AP)

Fonte: (Agenzia Fides)

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento