Libano, il made in Italy non conosce crisi — Lombardi nel Mondo

Libano, il made in Italy non conosce crisi

Non c’e’ crisi per l’export italiano in Libano, che nel 2011 ha registrato un aumento del 34% su base annua, raggiungendo quota 1,868 miliardi di dollari

E’ quanto emerge dai dati del ministero delle Finanze di Beirut diffusi dall’ambasciata italiana, che vedono l’Italia balzare al primo posto in Europa tra i Paesi fornitori del Libano e al secondo posto in assoluto, dietro soltanto agli Stati Uniti. I prodotti Made in Italy, rivelano i dati, occupano una fetta del 9% sul totale dell’import libanese, contro il 10% degli Usa, che con un export di 1,990 miliardi di dollari restano anche nel 2011 il primo fornitore di Beirut, pur con un incremento dell’export contenuto (+4%). Per l’ambasciata italiana a Beirut, quello raggiunto dall’export italiano e’ un “ottimo risultato”, “coerente con l’intensa azione di promozione dei prodotti Made in Italy e di supporto agli esportatori italiani portata avanti dall’ufficio commerciale dell’ambasciata e dall’ufficio ex-Ice”. Tra i fornitori del Libano, occupa il terzo posto la Cina con un export di 1,624 miliardi di dollari, in lieve flessione rispetto al dato del 2010 (-1%). In salita invece la Francia, al quarto posto con un export di 1,510 miliardi (+26%).
(AGI)

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento