Terremoto. L’azione di Regione Lombardia per l’Abruzzo — Lombardi nel Mondo

Terremoto. L’azione di Regione Lombardia per l’Abruzzo

Una panoramica sulle operazioni lombarde di soccorso alle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto, a cura di Lombardia Notizie

CAMPO EVACUATI REGIONE LOMBARDIA-LOCALITA’ BAZZANO (L’AQUILA) – Il campo della Regione Lombardia è a regime ed è di riferimento per la popolazione residente nelle frazioni orientali del Comune de L’Aquila. Il campo è costituito da circa 100 tende per la popolazione e circa 30 tende per i soccorritori.

Il campo fornisce servizi sanitari, logistici, preparazione e distribuzione pasti per 800 persone, ospitate in due strutture da 550 e da 250 persone. Fornisce inoltre generi alimentari per la popolazione che ne fa richiesta.

 

CUCINE DA CAMPO – Sono operative due cucine da campo, che nella giornata del 7 aprile hanno distribuito circa 1450 pasti. Anche l’area di Rocca di Mezzo è fornita di una cucina da campo messa a disposizione dal Comune di Milano, in grado di fornire circa 1500-2000 pasti alla popolazione.

Sono state richieste ulteriori risorse, in particolare coperte e brande, per fare fronte alle esigenze della popolazione locale.

 

SALA OPERATIVA – La sala operativa regionale è in costante contatto con il Campo Lombardia di Bazzano per recuperare ed inviare le risorse richieste per le attività di gestione del campo e sta verificando le segnalazioni (che pervengono alla casella di posta elettronica ed al numero verde 800-061.160) da parte di ditte e organizzazioni professionali, che mettono a disposizione mezzi, materiali e personale, nonché segnalazioni di cittadini che offrono alloggio per le persone evacuate.

E’ confermata l’attivazione di 14 agenti di Polizia Locale, pronti a partire per le eventuali necessità che dovessero pervenire dall’area colpita e la disponibilità di circa 440 operatori di Protezione Civile per le attività di soccorso dei prossimi giorni.

 

PONTI RADIO – Il campo Lombardia di Bazzano è dotato di una rete radio interna per le comunicazioni di servizio tra i responsabili delle funzioni. Si sta organizzando un sistema di comunicazione per la popolazione evacuata.

Sono garantite le comunicazioni con il Centro operativo misto, situato nelle scuole medie di via Scarfoglia dove è stato installato un ponte radio con 15 apparecchi che sostituisce la rete radio della Polizia Locale danneggiata dal sisma. E’ in corso di installazione un secondo ponte radio per garantire le comunicazioni tra le squadre impegnate nelle attività di verifica di agibilità degli edifici.

 

ATTIVITA’ SANITARIE – Il Posto medico avanzato (Pma) di 1° livello e quello di 2° livello stanno proseguendo la propria attività. Dalla serata del 7 aprile sono stati effettuati altri 25 interventi, in prevalenza per patologie cardiologiche, delle vie respiratorie, malattie infettive, problematiche da stress e traumi. Sono stati disposti 6 ricoveri in ospedale dopo verifica da parte del Pma di 2° livello.

Al presidio medico avanzato di 1° livello è stato allestito un ambulatorio di medicina generale con un medico del posto, in particolare per l’erogazione di ricette sanitarie per la popolazione.

I responsabili sanitari del campo Lombardia stanno valutando, d’intesa con il Dipartimento della Protezione Civile, l’attivazione del Posto Medico Avanzato di primo livello anche alla stazione ferroviaria.

 

VERIFICA AGIBILITA’ EDIFICI – Sono in corso nuove verifiche sulle aree urbane a seguito delle scosse di terremoto registrate nella giornata di martedì 7 aprile per poter organizzare l’attività odierna di analisi dei singoli edifici.

È stata effettuata l’attività di valutazione delle aree urbane omogenee (per tipologia di costruzione, infrastrutture viarie presenti, danni e crolli) per le località Basciano e Palombata (5 squadre impegnate) e sono iniziate le attività di verifica di dettaglio (su singolo edificio) in località Piànola (8 squadre impegnate). Entro oggi le verifiche delle aree urbane saranno concluse e sarà disponibile la situazione, in dettaglio, per almeno 80 edifici.

 

 

(Lombardia Notizie)

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento