La nazionale pasticcieri guidata dal Ct Massari in viaggio verso Tokyo — Lombardi nel Mondo

La nazionale pasticcieri guidata dal Ct Massari in viaggio verso Tokyo

La nazionale italiana di pasticceria è partita per Tokyo dove, il 14 e il 15 marzo, alla presenza di 35mila spettatori, parteciperà alle spettacolari prove dell’International Pastry Gran Prix giapponese.

Regista, allenatore e capitano in campo. Per il bresciano Iginio Massari, artista della pasticceria ai vertici mondiali della categoria, inizia una nuova sfida. La nazionale italiana di pasticceria è partita per Tokyo dove, il 14 e il 15 marzo, alla presenza di 35mila spettatori, parteciperà alle spettacolari prove dell’International Pastry Gran Prix giapponese. Oltre all’Italia scenderanno in campo la Francia, il Giappone e gli Stati Uniti accanto all’Australia, Singapore, Malesia e Cina. Il gruppo agonistico italiano è formato, oltre che dal caposquadra e Ct Massari, dal veneziano Andrea Zanin, dal napoletano Gennaro Volpe e dal torinese Fabrizio Galla.

“Purtroppo – racconta il Ct Massari – non abbiamo avuto molto tempo per allenarci. Abbiamo lavorato insieme a centro Cast Alimenti di Brescia poi ognuno è tornato a casa per concludere gli esercizi. Le prove sono numerose. E quest’anno, il cioccolato, escluse le sezioni specifiche, è stato bandito. La convocazione, dal Giappone, è arrivata un po’ all’ultimo momento. Punteremo molto sulla qualità dei prodotti, sulla loro a bontà, sull’equilibrio. Oltre all’aspetto qualitativo abbiamo optato, sotto il profilo del modellato, per una scelta stilistica che potrebbe essere definita come figurazione che dialoga con l’astratto. Dovremo tener presente che avremo di fronte a noi un pubblico da stadio. E ciò non è un aspetto da sottovalutare soprattutto da chi ha un carattere emotivo”.

Iginio Massari, fondatore dell’Accademia maestri pasticcieri italiani e di Cast alimenti oltre che della pasticceria Veneto – la prima in Italia ad essere entrata nel Relais desserts international – ha ottenuto 370 riconoscimenti nazionali e internazionali, oltre ad essere stato proclamato pasticciere dell’anno 1999-2000 e pasticciere del decennio 1993-2003.

http://www.giornaledibrescia.it/Contenuti/484484.html?idnews=5124

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento