Migrazioni: il lungo viaggio — Lombardi nel Mondo

Migrazioni: il lungo viaggio

Momenti e percorsi dell’emigrazione italiana e straniera nelle immagini di Uliano Lucas al Palazzo Ducale di Genova (29 marzo – 20 maggio 2012)
Migrazioni: il lungo viaggio

Uliano Lucas – emigrato sardo

Uliano Lucas, nato a Milano nel 1942, è uno dei maggiori fotografi italiani contemporanei. Nei suoi scatti scopriamo impegno civile e grande attenzione per gli aspetti sociali e culturali, come la documentazione dei cambiamenti di un Paese e di un Continente. La mostra “Migrazioni: il lungo viaggio” presenta, grazie alle sue immagini, momenti storici dell’emigrazione italiana contemporanea e fissa i primi passi del fenomeno migratorio nel nostro Paese.

La sua attenzione si focalizza sui meridionali che negli anni Sessanta del secolo scorso si trasferivano nelle città del Nord Italia, quell’emigrazione interna, formata da milioni di braccia, che avvia il boom economico nella Penisola. Un fenomeno che il fotografo milanese ha fissato in alcune storiche immagini, una su tutte quella dell’immigrato sardo con sullo sfondo, tempio del lavoro e del progresso, il grattacielo Pirelli. Uno scatto che risale al 1968, narrante l’epoca del “non si affitta ai meridionali” e di “Rocco e i suoi fratelli”.

Uliano Lucas punta l’obiettivo (catturando luci e ombre) sui primi nordafricani giunti agli inizi degli anni ’70 in Sicilia e ingaggiati nell’attività della pesca, sugli italiani che prestavano la loro manodopera nelle fabbriche della Germania e della Svizzera, sui minatori in Belgio e i primi immigrati in Italia dall’Africa subsahariana impiegati nell’edilizia alla fine degli anni ’80. L’obiettivo è puntato sui nuovi nuclei familiari di un flusso migratorio imponente e vario, faticosamente avviati a un inserimento nel Paese d’adozione.

Gli scatti di Uliano Lucas sono uno sguardo composito, che cerca di restituire la complessità del fenomeno: le diversità culturali, i luoghi e i modi dell’aggregazione fra cittadini provenienti dallo stesso Paese, il mondo del lavoro, le battaglie per i diritti, il rapporto con il luogo d’origine, il quadro sociale ed economico e le storie individuali, in un racconto che libera il migrante dai luoghi comuni in cui è molto spesso imprigionato: una realtà che ancora oggi pochi conoscono. 

 

a cura di Luigi Rossi (Bochum)

www.luigi-rossi.com 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento