“I fanciulli nell’emigrazione italiana” — Lombardi nel Mondo

“I fanciulli nell’emigrazione italiana”

“I fanciulli nell’emigrazione italiana. Una storia minore (1861-1920)” (Cosmo Iannone Editore) è il titolo del libro di Maria Rosa Protasi che verrà presentato il prossimo 5 aprile alle 17 alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma

“I fanciulli nell’emigrazione italiana. Una storia minore (1861-1920)” (Cosmo Iannone Editore) è il titolo del libro di Maria Rosa Protasi che verrà presentato il prossimo 5 aprile alle 17 alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma. Moderati da Giuseppe Monsagrati, interverranno Enrico Pugliese, Matteo Sanfilippo ed Eugenio Sonnino.

 

Nel primo cinquantennio di vita unitaria italiana le vicende dei piccoli italiani mandati a lavorare in Europa e oltreoceano furono oggetto di numerosi studi e inchieste di carattere pubblico e privato. Apposite normative di tutela vennero inoltre messe a punto dalle classi dirigenti postunitarie per sorvegliare l’espatrio di minori, che riguardò inizialmente alcune categorie di “girovaghi” e più tardi, svariate professioni operaie. Nonostante la centralità assunta nell’ambito delle politiche migratorie e sociali dell’Italia liberale, il tema del lavoro migrante minorile ha subito in seguito una sorta di rimozione storiografica.

 

 

 

 

Un’inversione di marcia si è avuta solo a partire dalla fine degli anni settanta del Novecento e da allora gli studi sull’emigrazione minorile nell’Italia liberale hanno avuto un significativo incremento, anche se si è privilegiata in particolare l’analisi di casi settoriali indagati in ambito locale e si è puntato a mettere in risalto gli aspetti più drammatici del fenomeno. Alla luce di queste considerazioni, il libro di Protasi si propone di fornire una ricostruzione d’insieme dei flussi migratori minorili italiani in età liberale, analizzandone le dimensioni numeri che, la caratterizzazione professionale e territoriale e le principali normative di riferimento.

 

Maria Rosa Protasi collabora con il CISR – Centro di ricerca su Roma dell’Università di Roma “La Sapienza”. Studiosa di storia sociale, è autrice di diversi volumi. Sul tema dell’emigrazione minorile ha pubblicato anche “I fanciulli italiani nelle vetrerie francesi: emigrazione e tratta minorile nel circondario di Sora agli inizi del Novecento” (Studi Emigrazione, n. 134, 1999) “Al lavoro nelle vetrerie francesi: storie di piccoli emigranti di Alvito di fine Ottocento” (Giornale di storia contemporanea, n. 1, 2003) e “L’emigrazione minorile dalla montagna italiana nel lungo Ottocento: tipologie e caratteri evolutivi” (Popolazione e storia, n.1, 2008).

 

Fonte: aise

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento