A Newton festa per San Rocco, patrono di Molinara — Lombardi nel Mondo

A Newton festa per San Rocco, patrono di Molinara

Adelaide. Nella chiesa di San Francesco d’Assisi a Newton, si sono svolti i solenni festeggiamenti in onore di San Rocco, patrono di Molinara (Benevento) e protettore di tutti gli emigrati. In South Australia, la celebrazione ha raggiunto con questa la 54ma edizione.

La festa religiosa è stata preceduta da un triduo di preparazione spirituale predicato da padre Felice De Candia, conclusosi la sera di sabato 8 gennaio con la recita del rosario, la benedizione dei bambini e la distribuzione di medagliette con l’immagine del santo; hanno fatto seguito l’esecuzione de “La Mattinata” da parte della Banda Giuseppe Verdi ed un rinfresco nella sala parrocchiale. Alla domenica mattina le funzioni religiose sono iniziate alle 9.45 con la processione e la tradizionale benedizione dei campi e delle case.

Alla processione hanno partecipato, oltre a numerosissimi fedeli, anche autorità italiane e australiane ed i rappresentanti delle associazioni religiose di Adelaide, con i loro stendardi e distintivi. I canti religiosi sono stati accompagnati dalla Banda Giuseppe Verdi diretta da Rosemarie Andreacchio. Al rientro in chiesa della processione, padre Felice ha celebrato la messa solenne cantata dal Coro di San Francesco diretto dal maestro Guido Coppola.

Durante l’omelia, padre Felice ha ricordato la vita e le opere di San Rocco, dalla sua nascita in Francia –  da madre italiana – al suo pellegrinaggio a Roma, interrotto dal dilagare della peste e dal conseguente dedicarsi di Rocco alla cura dei malati, compito svolto con impegno e abnegazione al punto da contrarre egli stesso il terribile morbo, dal quale guarì per intercessione divina; tornato in patria, fu fatto prigioniero e incarcerato per cinque anni.

“San Rocco”, ha aggiunto padre Felice, “è stato ed è un modello evangelico di distacco dalle cose terrene, di povertà e semplicità ben diverso dall’uomo di oggi, che è roso dalla folle avidità del benessere. Egli è un esempio di volontariato e di servizio in un contesto in cui, assenti spesso i poteri pubblici, il servizio di volontariato era l’unica risorsa valida”. San Rocco, ha poi concluso padre Felice, è anche un esempio di altruismo in una società multirazziale come la nostra; a fronte di un multiculturalismo difficile da amalgamare, ci mostra che anche oggi la carità e l’amore sono l’unica risposta valida.

Il presidente del comitato organizzatore, Cosimo Cirocco,  ha ringraziato al termine della funzione religiosa i padri cappuccini di Newton e in particolare padre Felice per la guida spirituale offerta attraverso gli anni; la banda Giuseppe Verdi e le associazioni religiose, per aver partecipato alla processione, gli sponsor e tutti coloro che in vari modi hanno collaborato al successo della festa. Sono stati graditi ospiti della manifestazione il ministro per gli Affari Multiculturali Grace Portolesi, il magistrato Joe Baldino e il cav. Giovanni Di Fede, presidente delle feste religiose della parrocchia di Newton.

Al termine della parte religiosa della festa ha avuto luogo un pranzo conviviale presso la sala parrocchiale durante il quale si sono esibiti i Giuseppe Verdi Singers, Casual Sax, Giuseppe Verdi Band e Rosemarie Quartet. Durante il pomeriggio ha avuto luogo anche la San Rocco Talent Competition, condotta da Vince Palumbo, Pasquale Carpinelli e Rosemarie Andreacchio. Il merito del successo della manifestazione va attribuito all’ottima organizzazione del comitato, che è così composto: Cosimo Cirocco (presidente), Michael Callisto (vice-presidente), Benjamin Rillo (segretario), Nick Girolamo (tesoriere), Marilyn Kouimtzis (vice-tesoriere), Carmela Lollo (addetta alle pubbliche relazioni), Rocco Girolamo (addetto alla lotteria).

http://italianmedia.com.au/w3/index.php?option=com_content&view=article&id=5789%3Afesta-per-san-rocco-a-newton&catid=10%3Adal-south-australia&lang=it

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento