La Lombardia del 2015? Sarà più straniera — Lombardi nel Mondo

La Lombardia del 2015? Sarà più straniera

L’Expo 2015 porterà nuovi posti di lavoro per l’intero Paese. Gli stranieri daranno un notevole contributo al sistema sociale con una spinta al settore produttivo e con un aumento delle imprese straniere di oltre 67 mila unità.

MONZA 31/10/2008 – L’Expo 2015 darà slancio all’economia e porterà nuovi posti di lavoro per l’intero Paese. I benefici si estenderanno a tutta l’Italia: dalla capitale, con un incremento di oltre 6.500 posti di lavoro, a Napoli (1.660), da Venezia (5.785) a Palermo (570). In Lombardia, Milano esclusa, ci saranno più di 35 mila posti di lavoro in più solo nel settore turistico (ricettività, trasporti, ristorazione, shopping). Ne beneficerà molto la vicina Brianza con più di 8200 posti di lavoro, Como con oltre 5.600, ma soprattutto Brescia che vedrà aumentare l’occupazione in questo settore di oltre 10 mila unità.

 

L’Expo 2015 troverà i lombardi più longevi: le donne avranno una speranza di vita di oltre 85 anni, gli uomini di 80, cresce la popolazione dai 65 anni in su (+21,5%). L’altra faccia della medaglia è che i lombardi diventeranno più dipendenti dalla popolazione in età lavorativa con un indice di dipendenza strutturale del 55,8% . Gli stranieri daranno un notevole contributo al sistema sociale con una crescita del 63% degli immigrati e una spinta al settore produttivo con un aumento delle imprese straniere di oltre 67 mila unità.

 

E’ quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza-Brianza su dati registro imprese, Excelsior, Istat, iulm, ciset e previsioni Istat. “Da qui all’Expo del 2015 – ha commentato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza-Brianza si aprono numerose nuove prospettive per la Lombardia e per la Brianza per l’intero Paese che se adeguatamente sfruttate potranno generare nuovi posti di lavoro e infrastrutture permanenti. Certo questo processo richiederà un supplementare sforzo di programmazione e concertazione fra soggetti pubblici e privati, nella consapevolezza che da qui al 2015 interverranno numerosi cambiamenti socio – economici destinati a mutare il contesto in cui viviamo. E il ruolo della Brianza, come cerniera della area metropolitana con la Lombardia, merita un’attenzione particolare”

 

 Daniele Bianchi

 

http://www.cronacaqui.it/news-la-lombardia-del-2015-sara-piu-piu-straniera_14476.html#

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020