Nuovo record per l’export bresciano — Lombardi nel Mondo

Nuovo record per l’export bresciano

Nuovo record per le esportazioni bresciane. Il valore delle merci vendute all’estero nel 2015 sul territorio supera largamente il livello pre-crisi, attestandosi a quota 14,681 miliardi, oltre mezzo miliardo in più rispetto al valore raggiunto nel 2008, valore tuttavia gonfiato da prezzi delle materie prime particolarmente alti.

Il risultato è stato ottenuto grazie a una crescita complessiva del 3,4% rispetto all’anno precedente: nel quarto trimestre, in particolare, l’incremento dell’export è stato del 5,4 per cento.

Lo confermano i dati Istat, elaborati dal centro studi dell’Associazione industriale bresciana. Nel confronto con il 2014 la tendenza positiva dell’export bresciano è supriore alla media lombarda (+1,5%), ma leggermente al di sotto della dinamica italiana (+3,8 per cento a fine anno). Tra i settori, l’aumento più significativo, su base tendenziale, riguarda gli articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+26,6%), mezzi di trasporto (+16,5%), computer, apparecchi elettronici ed ottici (+15,4%), apparecchi elettrici (+14,8%), sostanze e prodotti chimici (+10,9%), legno e prodotti in legno, carta e stampa (+9,7 per cento). In contrazione, invece, le vendite all’estero di prodotti alimentari, di coke e prodotti petroliferi e dei metalli.

Tra i mercati di sbocco i più dinamici sno: India (+22,9%), Spagna (+18,7%), Regno Unito (+17,4%), Stati Uniti (+7,7%) e Cina (+7,5 per cento). Calano sensibilmente, invece, le espoerazioni verso la Russia (-27,6%) e il Brasile (-27,1 per cento). Rallentano, in maniera più contenuta, la Turchia (-4,1%) e alcuni Paesi dell’Unione europea, come Francia e Belgio. In generale, aumenta l’importanza dell’area dell’America settentrionale (7,4%), soprattutto in virtù di un tasso di cambio più favorevole.

Supera gli 8 miliardi (8,101 miliardi), invece, il valore delle importazioni, in crescita del 5% nell’ultimo trimestre. Nel 2015 la crescita dell’import è stato del 5,8%, soprattutto da Russia, CDina, Spagna, Belgio e Turchia.

Il saldo commerciale è positivo (6,581 miliardi), in aumento dello 0,6% rispetto al 2014, quando si era fermato a 6,545 miliardi.

fonte: il sole 24ore

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento