Papa Francesco — Lombardi nel Mondo

Papa Francesco

«Papa Francesco» di Efrem Ori, autore italiano trasferitosi in Spagna, ha anticipato l’elezione di papa Bergoglio, presentando un cristianesimo con i suoi antichi e sempre validi messaggi
Papa Francesco

Copertina

Efrem Ori è l’autore di «Papa Francesco», un’opera coinvolgente, ricca di vivacità e freschezza, apparsa a marzo in «ilmiolibro.it». Originario di Reggio Emilia, dal 2009 risiede in Spagna, a Castellòn. Recentemente ha raccontato: «Da 35 anni aspettavo papa Francesco. L’idea sviluppata nel libro mi è venuta nell’agosto del 1978, alla morte di Paolo VI. Per 25 anni ho raccolto, in una valigetta ventiquattr’ore, appunti e ritagli di giornale. Solo nel 2003, durante la preparazione del conflitto in Iraq, mi sono deciso a scrivere il racconto Papa Francesco, iniziando dal capitolo finale».

Terminata la stesura dell’opera, ha preso il via l’immancabile odissea per trovare un editore interessato alla sua pubblicazione e diffusione. Gli incontri con alcune case editrici, anche cattoliche, sono deludenti. «Interessante, ma non rientra nella nostra linea editoriale e programmatica» il commento di rito. Cui seguiva un ridicolo: «Le consiglio di provare presso qualche altro editore: l’opera merita di venir pubblicata.»

Alcuni avranno pensato a una novella alla Dan Brown… mancata. Infatti, aggiungendo alcuni ingredienti (una spia e un gruppo religioso segreto, una profezia, qualche antica carta e una trama che si dipana tra Roma, Praga, Londra, Worms – con un capitoletto in una caverna ai piedi della Sacra di San Michele e uno a Los Angeles) poteva vendere milioni di copie. C’è da capirli, gli editori.

«Forse i tempi non erano maturi», è il pacato commento di Efrem Ori. A dire il vero, ci sono pubblicazioni che vedono la luce grazie a un intreccio di casualità e suggerimenti provenienti da amici. È stato così anche per «Papa Francesco» che, nel frattempo, circolava in fotocopia, quasi in forma clandestina. Anch’io fui tra i fortunati lettori di quel dattiloscritto. Ne avevo compreso la grande tensione per un’altra Chiesa, mentre passò in secondo piano il valore letterario.

«È ora che tu lo pubblichi», oppure «Se non ora, quando?» erano le osservazioni che si leggevano nella corrispondenza elettronica o si sentivano in occasione di qualche incontro.

Impaginato e preparato da chi ne aveva le capacità tecniche, pubblicato grazie ai servizi de «ilmiolibro.it», «Papa Francesco» appare nella «maggiore libreria virtuale italiana» una settimana prima dell’elezione a pontefice del cardinal Bergoglio. Un tempismo eccezionale, grazie a un gruppo di «tecnici che amano la stampa e i mezzi di comunicazione sociale come nessun altro».

«Papa Francesco» inizia il proprio percorso in contemporanea con l’avventura di un pontefice proveniente dall’Argentina, genitori emigrati dal Piemonte, e che ha assunto il nome del figlio di donna Pica e messer Pietro Bernardone.

 

Leggendo «Papa Francesco» sono andato alle opere di una letteratura antica, affascinante e coinvolgente sia per il credente che per l’ateo. In particolar modo ai «Fioretti di san Francesco», tradotti in volgare nella seconda metà del 1300 e che riportano episodi della vita del santo di Assisi e dei suoi discepoli. Negli episodi dei Fioretti si raccoglie la gioia in una Fede che è testimonianza e fratellanza. E la povertà è la maggior ricchezza. I Fioretti, inoltre, utilizzano una lingua popolare che coinvolge il lettore di ogni epoca o chi si lascia attrarre da una voce narrante che cancella tempo e spazio.

«Papa Francesco» ricorre a una lingua e struttura narrativa che, nella loro essenzialità, sono un rimando a un’epoca in cui la «parola» era «il messaggio». «Parabole» e «aneddoti», che si innestano al messaggio evangelico e alla vita cristiana vissuta quotidianamente, raccontano l’avventura di Papa Francesco, grazie alla testimonianza di chi «è stato con lui fin dall’inizio e di tutto ciò che qui è scritto è stato testimone diretto». Una «testimonianza tanto più preziosa e necessaria perché papa Francesco non ha lasciato scritti ufficiali, né ha posto la sua firma su nessun documento scritto da altri».

Un papa, eletto tra lo stupore generale e considerato di «transizione», pressato da duemila anni di storia, bisogni, consigli e aspettative di ogni genere, sceglie di mettere «Cristo al centro dei suoi pensieri e delle sue azioni» liberando (definitivamente?) una «fede» imprigionata da incrostazioni plurisecolari.

Efrem Ori, «testimone» del pontificato di Papa Francesco, è un provetto artigiano. Intaglia aneddoti e parabole, scolpisce storie e incontri intriganti e sorprendenti, offrendoci dialoghi e osservazioni che mettono a fuoco un «progetto evangelico» basato sull’esempio del Cristo. L’autore sceglie una lingua efficace in tutto e per tutto. Fatti e messaggi appaiono chiari e densi. Visite e incontri (dove «tutti stupivano e gioivano perché da spettatori della vita della chiesa ne diventavano i protagonisti»), scelte (Papa Francesco «ordinò che tutti i beni della chiesa di Roma – non strettamente necessari alla sua vita e allo svolgimento delle sue attività – fossero venduti e il ricavato messo a disposizione di chi viveva nel bisogno»), risposte a domande (che elenco casualmente) del tipo: «Ci hanno detto che hai ordinato una donna. È vero o no?» – oppure: «Intendi forse dire che possono essere consacrati vescovi anche uomini sposati?» ci fanno comprendere come il messaggio evangelico, traboccante d’amore, fratellanza e giustizia, sia ancora oggi «rivoluzionario». Sino in fondo. Sino al martirio.

Un volume non banale, come molti apparsi in occasione dell’elezione del cardinal Bergoglio a pontefice dopo la «rinuncia» di Benedetto XVI. La sua originalità, qualità molto rara ai nostri giorni, rispecchia il lungo cammino che Efrem Ori ha percorso negli ultimi cinque lustri, carichi di tensioni politiche e culturali (ma chi lo conosce bene afferma che il suo viaggio è iniziato con il Concilio Vaticano II, quand’egli aveva quattordici anni).

Un viaggio alla ricerca delle origini e aspirazioni cristiane, degli insegnamenti ed esempi che toccano corpo e anima.

 

 

Efrem Ori

Papa Francesco

Pag. 92 – Prezzo 12 euro

Isbn: 9788891041272

«www.ilmiolibro.it»

 

Luigi Rossi (Bochum)

www.luigi-rossi.com

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento