I partiti di “maggioranza” e di “opposizione” — Lombardi nel Mondo

I partiti di “maggioranza” e di “opposizione”

Dopo le ultime elezioni amministrative, che hanno dato avvio all’ottava legislatura che si concluderà nell’aprile del 2010, in Consiglio regionale siedono 80 consiglieri in rappresentanza di 15 formazioni politiche.

Il “governo” della Regione è affidato ai vincitori delle elezioni (la maggioranza) mentre il ruolo di controllo sul suo operato è affidato all’opposizione, rappresentata dalle formazioni politiche che “hanno perso” le elezioni.

I gruppi politici presenti in Consiglio regionale per la maggioranza sono: Forza Italia (di cui è capogruppo il lecchese Giulio Boscagli); Lega Nord (capogruppo il milanese Massimo Zanello); Alleanza Nazionale (capogruppo il milanese Roberto Alboni); Unione dei Democratici cristiani di centro (UDC) di cui è capogruppo il bresciano Mario Scotti; “Per la Lombardia”, formazione guidata dal notaio milanese Sveva Dalmasso e “Gruppo Misto 9103” che comprende la consigliera Silvia Ferretto Clementi.

Per l’opposizione i Democratici di sinistra (capogruppo il bergamasco Giuseppe Benigni); La Margherita (capogruppo il bresciano Guido Galperti); Rifondazione comunista (capogruppo il milanese Mario Agostinelli); i Verdi (capogruppo il  milanese Carlo Monguzzi); i Comunisti italiani, rappresentati dall’attore milanese Alberto “Bebo” Storti; il Partito dei Pensionati, guidato da Elisabetta Fatuzzo (eletta nella circoscrizione di Milano ma di origini bergamasche); l’Italia dei Valori con Di Pietro, rappresentata dal romano con studio legale in Brianza Stefano Zamponi; il consigliere lodigiano Gianfranco Concordati per il raggruppamento Uniti nell’Ulivo; il consigliere Riccardo Sarfatti, il candidato presidente della Regione per la coalizione dell’Unione “sconfitto” da Formigoni.

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020