Siskiyou Road — Lombardi nel Mondo

Siskiyou Road

Incidente d’auto a Gazelle con un morto, 11 persone ferite. Riccardo Giorgis, di Hilt, deceduto. Terribile scontro frontale delle auto. L’alta velocità la causa.

La prima pagina di un giornale della California del nord annunciava così la morte di Riccardo Giorgis, un emigrante di Crana in Val Vigezzo avvenuta a Hilt il 29 aprile 1928.

Da questo fatto di cronaca prende l’avvio la ricostruzione della vicenda dell’emigrazione valvigezzina in California attraverso un dettagliato lavoro di ricerca dei due autori del volume Seskiyou Road Dalla Valle Vigezzo al Nord California 1896-1928c di Claudio Mori e Arnaldo Ceccomori. Si parte dalle schede personali di alcune famiglie ben identificate : Femminis, Giorgis, Mellerio,Vanni e Vietti con il percorso delle loro peripezie, ricavate da raccolte personali e dai dati pubblici dei vari siti dedicati all’emigrazione, per poi utilizzare l’incidente per narrare la storia delle famiglie in California.

I valvigezzini, che sono soliti incontrarsi per le feste, sono ritratti attraverso la lente della veglia funebre di Riccardo Giorgis, evento che evidenzia la loro esperienza al nord della California, oltre la capitale Sacramento verso il monte Shasta, e soprattutto il lavoro legato all’industria del legname, immortalato dall’immensa foto di copertina che ritrae due taglialegna mentre si accingono a recidere con una sega a mano il tronco di un albero sul monte Shasta.

In mancanza di documenti o diari ben precisi, gli autori si rifanno alla tradizione orale conservata in Val Vigezzo con i racconti di chi era andato in America ed era ritornato poi per sempre, memoria spesso edulcorata o peggiorata, ma sempre interessante punto di partenza per analisi storiche più precise. Di grande aiuto sono state pure le fotografie non solo di gruppi familiari dei vari archivi privati che documentano alcuni aspetti della vita quotidiana come l’allevamento di galline di Olimpio Vanni a Mount Shasta o il lavoro di taglialegna di Antonio Femminis per conto della Fruit Grower’s Supply Company. Altre fotografie d’archivio rintracciate in California e poi messe in mostra nell’estate del 2012 in Val Vigezzo dagli stessi autori hanno contribuito a rendere il quadro più chiaro.

Si ripercorre così la storia quotidiana e  semplice dell’emigrazione valvigezzina in California del Nord contestualizzata in quella nazionale  attraverso  avvenimenti che influenzavano la loro vita, spesso ignorati dai più o noti solo marginalmente, e della sua acculturazione nel tessuto americano con il bagaglio di tradizioni forti e ben definite.

Un’esistenza dura, ma quasi tranquilla, che la morte improvvisa di Riccardo riporta alla realtà. Il sogno americano, in questo caso la sensazione di leggerezza data dal simbolo dell’emancipazione attraverso la macchina nuova, è in fondo soltanto un sogno e resta nel cuore la solita incertezza del futuro.

Il dolore per la perdita dell’amico Riccardo,  quasi fatalistico  e atavico , viene calmato dalla musica, anche se il canto piemontese de La Sposa Morta, struggente ed evocativo, è di una tristezza da brivido. L’emigrante rientrando al paese sente il  lugubre rintocco della campane a morto, ha un triste presentimento e giunto in prossimità di casa sua si accorge che le campane annunciano il funerale della sua amata sposa.

Dopo la fisarmonica riprenderà a suonare.

Siskiyou Road Dalla Valle Vigezzo al Nord California 1896-1928 di Claudio Mori e Arnaldo Ceccomori, Stampa Spazio81, Milano, 2011

Ernesto R Milani

Ernesto.milani@gmail.com

9 aprile 2012

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento