Expo2015: Letta, sara’ il volano ripresa. Sala nominato commissario — Lombardi nel Mondo

Expo2015: Letta, sara’ il volano ripresa. Sala nominato commissario

La svolta per “partire per l’ultimo miglio” dell’Expo e’ arrivata con la nomina di Giuseppe Sala, a.d. di Expo Spa, a Commissario Unico per l’Esposizione universale del 2015. A ufficializzarla e’ stato il presidente del consiglio Enrico Letta, durante una conferenza stampa a Milano, insieme a tre ministri, Bray, De Girolamo e Lupi, e ai vertici dell’evento.

La promessa di puntare sull’Expo era arrivata durante il discorso alle Camere per la fiducia. Oggi con la firma del decreto, a Sala vanno pieni poteri perche’ soprattutto nell’ultima fase dei grandi eventi “bisogna poter agire con immediatezza”. Ma come si e’ affrettato a precisare il neo Commissario “la legalita’ non confliggera’ con l’urgenza”. La puntualizzazione era d’obbligo viste le preoccupazioni da sempre avanzate per l’interesse della criminalita’ sui lavori dell’Expo.

“E’ fondamentale l’attenzione massima per quel che riguarda il tema del controllo – ha detto Letta – perche’ nessuno possa pensare di fare il furbo, di infilarsi e di usare questa grande occasione per attivita’ illecite e illegali. In nostro impegno in questa direzione e’ totale. Faremo una vigilanza doppia, tripla, quadrupla”. Anzi il premier dice di piu’ “la vigilanza sara’ la nostra ossessione”. Un ruolo importante l’avranno anche il sindaco del capoluogo lombardo, Giuliano Pisapia e il governatore Roberto Maroni: “la loro storia e’ di contrasto alle mafie e di lotta per la legalita’”.

A due anni esatti dal giorno in cui si alzera’ il sipario, il primo maggio 2015, Letta assicura il forte impegno del Governo affinche’ sia un trionfo. E la nomina di Giuseppe Sala va in questa direzione: “e’ un gesto importante per dare un segno”. “E’ un ingaggio molto forte – ha aggiunto – perche’ il successo di Expo e’ una vera e reale priorita’ per noi”. Da parte sua il neo Commissario assicura che “da oggi le maniche saranno rimboccate ancora di piu'” e si dice ottimista sul risultato. “Andiamo verso l’ultimo miglio che e’ lungo due anni – ha detto Sala – e non sara’ scevro da polemiche. Ma i conti si fanno alla fine”.

Il governo si riserva invece di decidere in un secondo momento, sulla nomina di un commissario per i rapporti con il Bie, argomento del quale, Letta spiega di aver discusso con il ministro degli esteri Emma Bonino. Il Sottosegretario MiPAAF, Maurizio Martina, che ha ricevuto anche la delega dal Consiglio dei ministri per Expo 2015, avra’ un ufficio a palazzo Chigi per il coordinamento di tutte le strutture coinvolte. E per la buona riuscita dell’esposizione universale Letta annuncia di voler chiedere il contributo di tutte “le migliori energie del Paese” e anche di tutti coloro che ci hanno lavorato in passato. Tra questi, in primis, l’ex premier, Romano Prodi: “lo coinvolgero’ di sicuro – ha detto Letta -. Cosi’ come tutti gli ex Presidenti del Consiglio e coloro che hanno avuto un ruolo importante in questi anni. Vorremmo lavorare perche’ le migliori energie del Paese” contribuiscano al buon risultato.
“Il successo di Expo non e’ un automatismo. Ci dobbiamo mettere le risorse necessarie”. E soprattutto “attraverso questo evento il paese potra’ agganciare la ripresa”. Parteciperanno paesi da tutto il mondo. In particolare, si punta a rafforzare la collaborazione con il gigante asiatico. In Cina “c’e’ una nuova leadership – ha detto Letta – con cui sono sicuro lavoreremo bene. E’ mia intenzione individuare forme per rafforzare la collaborazione”. Di questo il premier parlera’ presto con il presidente cinese in occasione del G20 di San Pietroburgo.
(AGI) .

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento