Le impressioni di Dario Carta sul primo Convegno dei Giovani Italiani nel Mondo — Lombardi nel Mondo