Rovellasca, il nonno intagliatore soffia su cento candeline — Lombardi nel Mondo