Giochi Mondiali Militari di Rio de Janeiro — Lombardi nel Mondo

Giochi Mondiali Militari di Rio de Janeiro

Sarà Arion il nome del simpatico biondino in saluto militare, abbigliato come un supereroe con i colori della bandiera brasiliana. Si tratta della “mascotte” disegnata dal fumettista Maurìcio de Sousa per incarnare i valori del militarismo in occasione della quinta edizione dei Giochi Mondiali Militari, di Marco Stella

Sarà Arion il nome del simpatico biondino in saluto militare, abbigliato come un supereroe con i colori della bandiera brasiliana.

 

 

Si tratta della “mascotte” disegnata dal fumettista Maurìcio de Sousa per incarnare i valori del militarismo in occasione della quinta edizione dei Giochi Mondiali Militari che si svolgeranno per la prima volta in un paese dell’America Latina e nello specifico a Rio de Janeiro. La città brasiliana, che ha ospitato i giochi panamericani del 2007 e che ospiterà i Campionati Mondiali di Calcio del 2014 e le Olimpiadi del 2016, arricchisce con questo nuovo appuntamento il suo curriculum sportivo, mostrando quanto sia internazionalmente riconosciuta.

I Giochi Mondiali Militari sono un evento sportivo riservato ai militari, una sorta di miniolimpiade    di grande qualità per la preparazione degli atleti provenienti da tutto il mondo. Sulla verde maglietta di Arion una colomba bianca stilizzata, a rappresentare la pace, sottolineando che ai giochi militari partecipano anche atleti di  paesi in guerra tra di loro. L’Italia ha un ruolo importantissimo in seno all’evento sportivo: il presidente del Comitato Internazionale Sportivo Militare è il Generale italiano Gianni Cola e su cinque edizioni due sono state effettuate in Italia, la prima a Roma e la terza a Catania. Inoltre da quest’anno sono stati istituiti i Giochi Invernali e la prima edizione si è svolta ad Aosta. A riguardo della scelta del Brasile come sede per la quinta edizione il Generale Cola ha sottolineato l’importanza geopolitica del grande paese sudamericano sulla scena mondiale.

I giochi si svolgeranno dal 16 al 24 luglio 2011, e che Arion, che in greco significa pieno di energia, possa trasmettere all’umanità il più bello ed utopico dei messaggi: che lo sport possa sostituire le guerre.

 

Marco Stella

Portale dei Lombardi nel Mondo

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020