Sette sono i candidati alla presidenza della Regione Lombardia — Lombardi nel Mondo

Sette sono i candidati alla presidenza della Regione Lombardia

Si avvicina l’election day (che poi in realtà è una due giorni, il 24 e il 25 febbraio) e la campagna elettorale per le Regionali entra nel periodo decisivo, l’ultimo mese. In tutto i candidati presidenti sono 7 e le liste d’appoggio 22 (nella circoscrizione di Milano e provincia)

I vari schieramenti hanno ognuno le sue gatte da pelare: Formigoni, che per la prima volta in quasi vent’anni non sarà candidato, è stato piuttosto ondivago; Ambrosoli sconta il fatto di essere una “matricola”; Maroni si è fatto rimontare nei sondaggi; Albertini tiene il piede in due scarpe accettando anche la candidatura al Senato nella lista Monti. Insomma si prospettano le consultazioni regionali più combattute da un quarto di secolo a questa parte.

I principali candidati alla presidenza della Regione Lombardia per questa competizione elettorale sono:

Umberto Ambrosoli, avvocato, candidato della coalizione di centrosinistra che comprende Pd, Sel, Idv, Etico-A sinistra, Rosa nel pugno, Centro democratico lombardo e la sua lista civica,

Roberto Maroni, segretario nazionale della Lega Nord, candidato della coalizione di centrodestra formata da Lega Nord e Pdl; con il sostegno di lista 3L di Giulio Tremonti, Pensionati, Fratelli d’Italia, La Destra di Storace, la lista Alleanza Ecologista e la lista del Mir, il movimento di Giampiero Samorì,

Gabriele Albertini, ex sindaco di Milano, candidato della coalizione di centro composta da UDC, FLI e Italia Futura;

Silvana Carcano candidata del Movimento cinque stelle ideato da Beppe Grillo, 41 anni, 2 figli, laureata in Economia e Commercio, libera professionista,

Carlo Maria Pinardi candidato del Movimento Fermare il declino, classe 1957, “bocconiano” docente di finanza aziendale, è anche editorialista per il Corriere economia,

Marco Cappato candidato per la lista Amnistia, Giustizia e Libertà, classe 1971, consigliere comunale a Milano per i Radicali e tesoriere dell’associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica.

 

Arianna Ascione

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento