La sottile Linea Brasiliana — Lombardi nel Mondo

La sottile Linea Brasiliana

Si intitola “La sottile linea brasiliana” il documentario, realizzato dalla giovane regista piacentina, Marilia Cioni, che ripercorre il coinvolgimento di 25mila soldati brasiliani della FEB, la “Força Expedicionaria Brasiliera”, nei combattimenti sulla Linea Gotica, nella zona della Valle del Reno, a fianco degli alleati statunitensi e dei partigiani tra il ’44 e il ’45.

Si intitola “La sottile linea brasiliana” il documentario, realizzato dalla giovane regista piacentina, Marilia Cioni, che ripercorre il coinvolgimento di 25mila soldati brasiliani della FEB, la “Força Expedicionaria Brasiliera”, nei combattimenti sulla Linea Gotica, nella zona della Valle del Reno, a fianco degli alleati statunitensi e dei partigiani tra il ’44 e il ’45. Al progetto hanno partecipato la Regione Emilia Romagna, oltre alle Province di Modena, Reggio Emilia, Pisa, Bologna, Parma e ai Comuni di Piacenza, Pisa, Pistoia, Bologna e Modena.

Il documentario, della durata di circa 50 minuti in italiano e portoghese, sarà trasmesso domani, 22 aprile sul canale tematico satellitare di Sky “History Channel” e replicato sullo stesso canale, il 25 aprile.

Il filmato, girato in parte in Italia e in parte in Brasile, si costruisce come un racconto a più voci che raccoglie le testimonianze dei veterani brasiliani e degli anziani dell’Appennino che li hanno incontrati e spesso accolti nelle loro case, dei partigiani che hanno combattuto al loro fianco e delle donne che li hanno sposati. Uno scambio, di beni materiali: i brasiliani avevano a disposizione cibo, medicinali, coperte; mentre i locali li aiutarono a far fronte alle condizioni climatiche avverse, alla neve, alla montagna. Ma uno scambio soprattutto di affetti. Legami forti, facilitati forse dalla comune latinità, dalla lingua simile, dalla stessa religione, che hanno consolidato una memoria ancora viva dopo sessant’anni.

Tra gli intervistati c’è anche il cantautore Francesco Guccini. La storia viene ricostruita anche attraverso materiali d’archivio: foto e filmati realizzati dalla FEB, le prime pagine dei giornali brasiliani dell’epoca, oggetti della vita quotidiana dei soldati. Il filmato è ambientato in gran parte nei comuni montani dell’Emilia Romagna e della Toscana: Porretta Terme, Castel d’Aiano, Gaggio Montano, Lizzano in Belvedere, Vergato, Montese, Fanano, Scandiano, Collecchio, Fornovo, Santa Croce in Val d’Arno, Castelfranco di sotto, Pavana e Pistoia. Località tra Bologna e Firenze dove molti anziani cantano canzoni brasiliane degli anni ’40, usano parole portoghesi e conoscono gli ingredienti esotici della cucina brasiliana, dai fagioli neri al mingau. Per loro la Seconda Guerra Mondiale è finita con l’arrivo della Forza di spedizione brasiliana. (aise)

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento