VI Giornata dello Sport Paralimpico — Lombardi nel Mondo

VI Giornata dello Sport Paralimpico

In contemporanea con le manifestazioni gemelle in altre 10 città d’Italia, anche a Milano la festosa manifestazione ludico-sportiva finalizzata alla promozione della pratica sportiva tra le persone diversamente abili ed a sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti della disabilità

Regione Lombardia, nonostante la difficile congiuntura economica in corso, dà un importante segnale rivolto al mondo lombardo dello sport disabile e non, mettendo a disposizione ben 3,9 milioni di euro per progetti, manifestazioni sportive e grandi eventi sul territorio lombardo.

In questa prospettiva, il presidente Roberto Formigoni e l’assessore sport e giovani, Monica Rizzi, hanno ospitato la VI Giornata dello Sport Paralimpico, tenutasi giovedì 13 ottobre nella piazza di Palazzo Lombardia, nuova sede istituzionale dell’Ente.

“Non è un caso – ha commentato l’assessore regionale allo sport Monica Rizzi – che la Giornata nazionale dello Sport Paralimpico a Milano si celebri proprio nella piazza Città di Lombardia, sede del Palazzo della Regione. Questa festa è infatti anche l’evento conclusivo di un percorso, iniziato circa un anno fa, che ha visto l’assessorato sport e giovani di Regione Lombardia e il Comitato regionale Paralimpico lombardo, lavorare fianco a fianco, in perfetta sinergia all’insegna della promozione della pratica sportiva tra i ragazzi diversamente abili quale strumento di cura, riabilitazione e benessere psicofisico della persona; mezzo per promuovere la cultura del rispetto dell’altro, nonché veicolo di inclusione sociale e di contrasto delle problematiche legate al disagio. Mi riferisco al programma sperimentale Sportivamente … Paralimpici, realizzato in attuazione della convenzione sottoscritta un anno fa da CIP e Regione con l’obiettivo di promuovere questi valori. E’ mio desiderio che questa Giornata nazionale dello Sport Paralimpico, oltre a costituire il traguardo di un progetto conclusosi con successo, costituisca un nuovo punto di partenza per ribadire come Regione Lombardia, sempre e non solo in questa occasione, vuole essere la casa di tutti i cittadini lombardi, normodotati e con disabilità. Secondo le più recenti stime – ha poi concluso l’assessore Monica Rizzi, solo l’1% delle persone diversamente abili si dedica con costanza allo svolgimento di un’ attività sportiva. Un dato che Regione Lombardia punta almeno a raddoppiare nei prossimi anni rivolgendosi, con queste e altre numerose iniziative, a quel 99% che ancora non ha avuto modo si scoprire come lo sport possa davvero e radicalmente trasformare la vita propria e quella dei familiari”.

Come tradizione, la Giornata dello Sport Paralimpico, giunta alla sua sesta edizione, si è svolta oltre che a Milano, in contemporanea in altre città 10 d’Italia (L’Aquila, Terni, Roma, Pistoia, Valderice – TP, Benevento, Parma, Verbania, Brindisi e Vicenza) che hanno aderito all’iniziativa.

A Milano, l’evento dedicato alla promozione dello sport praticato dalle persone disabili, è andato in scena dalla mattina fino a tardo pomeriggio, con una serie di attività e giochi all’aperto nell’area attrezzata appositamente allestita in Piazza Città di Lombardia

Negli anni, la manifestazione ha sempre ottenuto un grande successo di partecipazione con oltre 100000 studenti delle scuole complessivamente coinvolti e centinaia di eventi realizzati. I dati confermano che dall’anno della prima edizione, il numero dei tesserati delle federazioni e delle discipline paralimpiche riconosciute dal CIP è cresciuto di circa il 15% anche grazie a manifestazioni che vedono i giovanissimi e le scuole protagonisti assoluti.

La Giornata dello Sport Paralimpico si è articolata in multiattività di pratica e ludico-sportive dedicate agli studenti delle scuole dell’obbligo e ha visto i ragazzi cimentarsi in: sport per disabilità fisica (distensione su panca, calcio balilla, tennis tavolo, basket carrozzina, arrampicata sportiva, handbike, scherma, tennis, golf disabili, tchoukball, canottaggio); sport per disabilità sensoriale (arrampicata sportiva, atletica, calcetto, danza sportiva, golf, pattinaggio rotelle, show down, torball); sport per disabilità intellettivo-relazionale (basket, bocce, calcetto, danza sportiva, ginnastica). Una divertente e importante occasione di gioco-sport che accende le luci dell’attenzione verso i prossimi Giochi Paralimpici Estivi di Londra 2012.

di Maurizio Pavani

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento