Cina: i nuovi timonieri — Lombardi nel Mondo

Cina: i nuovi timonieri

A conclusione del suo XVIII congresso e dopo oltre un biennio di asperrime lotte di potere, il Partito Comunista Cinese – per mano dell’opaco e ristrettissimo nucleo di leader che ne segna il destino negli snodi critici – ha infine imboccato la direzione di un apparente arroccamento istituzionale e politico.

A un quarto di secolo di distanza da quel XIII congresso che nel 1985 sembrò consegnare la Rpc ai riformisti eredi di Deng Xiaoping, stampa internazionale e osservatori qualificati hanno reagito con più sconcerto e apprensione del previsto alla presentazione della nuova nomenklatura di vertice del Pcc, apparsa a molti come circondata di un’aura brezneviana.

In realtà, ciò cui si è assistito altri non è che la traduzione in termini di promozione del personale politico della linea del “mantenimento della stabilità”.

 

I profili dei nuovi componenti del Comitato permanente dell’Ufficio Politico:

 

Xi Jinping , 59 anni

Rango: numero 1 (primus inter pares)

Portafoglio: indirizzo politico complessivo del Pcc, suprema verifica della politica estera della Rpc, garante del controllo civile sull’Esercito Popolare di Liberazione, rapporti con Taiwan (selezionato Segretario Generale del Pcc e Presidente della Commissione Militare Centrale, attesa per marzo 2013 la nomina a Presidente Rpc)

Posizione precedente: Vice Presidente della Rpc, Vice Presidente della Commissione Militare Centrale

Politiche passate: prudenza e ricerca del consenso, crescita economica, interazione economica con Taiwan

Orientamenti attesi: conservazione del monopolio del Pcc, economia di mercato con ruolo dello Stato-Partito attraverso campioni nazionali, ascesa della Cina e promozione del benessere materiale nella società

Studi: laurea in ingegneria chimica e dottorato in legge

Impatto Rivoluzione culturale: al confino rurale 1969-75

Rete di patronato: “principe rosso”, figlio di Xi Zhongxun, artefice delle Zone Economiche Speciali nella Cina negli anni ’80. Vicino a Jiang Zemin ma figura di consenso; ampie aderenze nell’Esercito Popolare di Liberazione

Esperienze di governo locale: Fujian (1985-2002), Zhejiang (2002-07), Shanghai (2007)

Esposizione internazionale: Notevole, sin dagli anni ’80

 

Li Keqiang , 57 anni

Rango: numero 2

Portafoglio: economia nazionale (attesa per marzo 2013 la nomina a Premier della Rpc)

Posizione precedente: Vice Premier

Politiche passate: da studente, schierato a favore di una rappresentanza studentesca democraticamente eletta; prudente durante la carriera, da Vice Premier si è speso con successo solo parziale per riforme che rendano più sostenibile lo sviluppo del paese

Orientamenti attesi: tutela dell’occupazione, rafforzamento dei presidi di sicurezza sociale, economia verde e a maggiore valore aggiunto

Studi: laurea in legge e dottorato in economia presso l’Università di Pechino. Già allievo di Gong Xiangrui (esperto di diritto costituzionale occidentale) e Li Yining (teorico dell’apertura dell’economia cinese)

Impatto Rivoluzione culturale: confino rurale 1974-76

Rete di patronato: Lega della Gioventù Comunista; Hu Jintao

Esperienze di governo locale: Henan (1998-2004), Liaoning (2004-07)

Esposizione internazionale: buona, maturata da Vice Premier; conosce e utilizza frequentemente l’inglese

 

Zhang Dejiang, 66 anni

Rango: numero 3

Portafoglio: affari legislativi (attesa per marzo la nomina a Presidente dell’Assemblea Nazionale del Popolo)

Posizione precedente: Segretario del Pcc nella municipalità autonoma di Chongqing

Politiche passate: tra i pochi leader ad esprimersi contro l’apertura del Pcc agli imprenditori nel 2001

Orientamenti attesi: fortemente conservatore in campo politico ed economico

Studi: laurea in lingua coreana; economia (in Corea del Nord)

Impatto Rivoluzione culturale: confino rurale 1968-70

Rete di patronato: Un “principe rosso”, vicino a Jiang Zemin

Esperienze di governo locale: Jilin (1990-98), Zhejiang (2002)

Esposizione internazionale: limitata soprattutto alla Corea del Nord

 

Yu Zhengsheng , 67 anni

Rango: numero 4

Portafoglio: rapporti con il “Fronte unito” (attesa per marzo la nomina a Presidente della Conferenza Politica Consultiva del Popolo Cinese)

Posizione precedente: Segretario del Pcc nella municipalità autonoma di Shanghai

Politiche passate: governo fermo in Hubei, per consenso a Shanghai

Orientamenti attesi: prudenza, attenzione alla responsività rispetto alle istanze sociali, interessamento alla gestione del mercato immobiliare

Studi: laurea in tecnologia missilistica

Impatto Rivoluzione culturale: gravi sofferenze nella famiglia

Rete di patronato: di famiglia aristocratica sotto l’Impero, il padre fu marito di Jiang Qing (ultima moglie di Mao). Molto vicino alla famiglia di Deng Xiaoping e a Jiang Zemin

Esperienze di governo locale: Shandong (1987-97), Hubei (2002-07), Shanghai (2007-12)

Esposizione internazionale: limitata

 

Liu Yunshan , 65 anni

Rango: numero 5

Portafoglio: media, propaganda, formazione

Posizione precedente: Direttore del Dipartimento Propaganda del Pcc

Politiche passate: duro contro il dissenso sui media, artefice di media più sofisticati e internazionali, e di campagne di propaganda rurale

Orientamenti attesi: forte controllo sui media (no ai media come attori di verifica e pressione circa l’azione di governo), internazionalizzazione dei media cinesi controllati dallo Stato, persistenza di capillare proiezione ideologica e narrativa del Partito sulla società e nel mondo (specie sinofono)

Studi: magistero; amministrazione pubblica

Impatto Rivoluzione culturale: confino rurale 1968-69

Rete di patronato: Hu Jintao ma vicino a Jiang Zemin

Esperienze di governo locale: Mongolia Interna (1982-93)

Esposizione internazionale: limitata

 

Wang Qishan , 64 anni

Rango: numero 6

Portafoglio: lotta alla corruzione (selezionato Capo della Commissione per la Disciplina del Pcc)

Posizione precedente: Vice Premier

Politiche passate: gestione della crisi finanziaria in Guangdong, promozione del turismo a Hainan, governo di Pechino durante la SARS

Orientamenti attesi: lotta alla corruzione senza intaccare gli interessi delle grandi famiglie del Pcc

Studi: laurea in storia e attività di ricerca storica presso la Chinese Academy of Social Sciences

Impatto Rivoluzione culturale: confino rurale 1969-71

Rete di patronato: un “principe rosso”, è vicino a Jiang Zemin

Esperienze di governo locale: Guangdong (1997-2000), Hainan (2002-03), Pechino (2004-07).

Esposizione internazionale: ampia anche in quanto co-leader per parte cinese del US-ChinaStrategic and Economic Dialogue

 

Zhang Gaoli , 66 anni

Rango: numero 7

Portafoglio: Economia nazionale (attesa per marzo 2013 la nomina a Vice Premier della Rpc)

Posizione precedente: Segretario del Pcc nella municipalità autonoma di Tianjin

Politiche passate: esperienza in grandi imprese di Stato nel settore idrocarburi; promozione crescita economica accelerata (anche con ricorso squilibrato a investimenti)

Orientamenti attesi: crescente apertura dell’economia, attenzione benevola a grandi imprese controllate dal Partito-Stato

Studi: statistica

Impatto Rivoluzione culturale: –

Rete di patronato: Jiang Zemin

Esperienze di governo locale: Guangdong (1985-97), Shenzhen (1997-2001), Shandong (2001- 07), Tianjin (2007-12)

Esposizione internazionale: limitata

Fonte: Orizzonte Cina

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento