“BookCity Milano 2012. Città del libro e della lettura”. — Lombardi nel Mondo

“BookCity Milano 2012. Città del libro e della lettura”.

Dal 15 Fino al 18 novembre la manifestazione – promossa e realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano insieme a Fondazione Rizzoli Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri, Camera di Commercio e AIE

(Associazione Italiana Editori) – proporrà più di 350 eventi, tra incontri con gli autori, presentazioni di libri, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, reading spettacolarizzati, filmati, seminari, con la partecipazione di autori, artisti e protagonisti della cultura milanese, italiana e straniera.

La città verrà animata, dal mattino alla sera, da appuntamenti di grande richiamo, ma anche da tante interessanti e diversificate iniziative ideate e realizzate dalle librerie, dalle biblioteche e dai presidi culturali del territorio.

“Finalmente Milano riesce a proporsi come una delle capitali internazionali del libro e dell’editoria”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Stefano Boeri. “Bookcity è un formato originale che valorizza la straordinaria varietà di biblioteche, librerie e case editrici che animano la vita culturale di Milano”.

BookCity Milano ha messo infatti in rete decine di soggetti culturali e economici, chiamando in causa l’intera filiera: editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, agenti, letterari, traduttori, grafici, illustratori, blogger, fino a lettori, scuole di scrittura, associazioni e gruppi di lettura, che costituiscono l’ossatura di quella straordinaria macchina che è l’industria editoriale.

Una rete che il Comune di Milano sostiene con un programma di eventi gratuiti, dedicati ad un pubblico ampio e multiculturale, per una promozione della lettura e della scrittura come viatico per capire, imparare, divertirsi, emozionarsi e affrontare con maggiore consapevolezza questo difficile momento storico.

Il Castello Sforzesco sarà l’anima pulsante di BookCity Milano ed è qui che la rassegna inaugurerà ufficialmente giovedì 15, alle 20.30, con “Milano da leggere”, lettura collettiva a cura del “Forum della Città Mondo”, cui parteciperà anche Umberto Eco. Il Castello e i suoi magnifici cortili delle Armi, Ducale e della Rocchetta diventeranno luogo di interferenze artistiche e, come tutti i punti della città coinvolti, luogo di aggregazione e diffusione della pratica della lettura in tutte le sue forme, dal classico formato cartaceo ai più innovativi tablet. Per tutta la durata della manifestazione i Musei del Castello Sforzesco saranno ad ingresso gratuito. Quattro sale ospiteranno gli incontri con gli autori, un’area ristoro sarà collocata nel Cortile Ducale, mentre nelle Sale Panoramiche sarà allestita una sala lettura, grazie anche a un’installazione artistica di Federico Pepe e all’allestimento di Leclettico, dove un gruppo di sette editori indipendenti proporrà un fitto programma di incontri e presentazioni. Letture anche nella Sala delle Armi, mentre la Sala della Balla ospiterà alcuni degli incontri con gli autori di BookCity.

Oltre al Castello Sforzesco, verranno coinvolti i musei civici e molte istituzioni milanesi: Archivio di Stato, Ca’ Granda, Palazzo Serbelloni, Museo del Novecento, Museo del Risorgimento, Palazzo Morando, Palazzo Reale, GAM Galleria d’Arte Moderna, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Gallerie d’Italia – Piazza Scala, Biblioteca Nazionale Braidense, Sinagoga, Umanitaria, Villa Necchi Campiglio, Acquario, Fondazione Ferré, WOW Spazio Fumetto, fino al Politecnico Bovisa e all’ISEC di Sesto San Giovanni.

Apriranno le loro porte anche la Triennale di Milano e i teatri milanesi, tra i quali Dal Verme, Carcano, Elfo Puccini, Franco Parenti, Litta, Strehler, che ospiteranno incontri di grande richiamo.

BookCity Milano invaderà la città, coinvolgendo numerose scuole, il sistema delle biblioteche milanesi e tanti spazi insoliti aperti per l’occasione, proponendo anche percorsi tematici che aiuteranno il pubblico nella fruizione.

Tanti i temi trattati: anima e corpo, arte, attualità, giallo e noir, economia e lavoro, Milano e le sue storie, musica, scienza, sport, storia, verde, cinema, teatro, design, cibo & vino, auto & moto, l’evoluzione della società italiana, e altro ancora. Una particolare attenzione verrà dedicata anche al futuro dei libri, ai diritti d’autore, al passaggio al digitale, attraverso incontri, convegni e dibattiti.

 

Fonte: (aise)

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento