Verso l’insegnamento della lingua italiana nelle scuole pubbliche di San Paolo — Lombardi nel Mondo

Verso l’insegnamento della lingua italiana nelle scuole pubbliche di San Paolo

Il Console Generale d’Italia a San Paolo, Mauro Marsili, ha definito l’iniziativa molto importante. “Esistono imprese italiane in Brasile e molte altre brasiliane che mantengono rapporti con l’Italia. Apprendendo la lingua le persone potranno aver maggiori opportunità lavorative” ha affermato il Console

La Commissione di Educazione, Cultura e Sport [del Comune di San Paolo] ha realizzato un dibattito pubblico lo scorso 25 agosto, per trattare il Progetto di Legge 104/2007, che consolida, organizza ed altera la legislazione sull’educazione a San Paolo. Nella materia, proposta dai consiglieri comunali Antonio Carlos Rodrigues (PR) e Roberto Tripoli (PV), figura l’inclusione della lingua italiana nella rete scolastica municipale.

Il Console Generale d’Italia a San Paolo, Mauro Marsili, ha definito l’iniziativa molto importante. “Esistono imprese italiane in Brasile e molte altre brasiliane che mantengono rapporti con l’Italia. Apprendendo la lingua le persone potranno aver maggiori opportunità lavorative” ha affermato il Console, che ha inoltre fatto notare che San Paolo puo vantare sei milioni di discendenti italiani.

Secondo il Presidente Del Consiglio Comunale, José Police Neto, “questa è una forma di mantenere una relazione definitiva con l’Italia”, mentre il consigliere Donato (PT), che aveva sollecitato l’udienza in questione, ha evidenziato che “studiare la lingua è una forma di dialogare con la propria storia visto che quasi metà della popolazione [di San Paolo] è di origine italiana”.

FONTE: Nota invatami dalla segreteria del Pd di San Paolo (traduzione Marco Stella)

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento