Narducci: “Ripensare il CGIE” — Lombardi nel Mondo

Narducci: “Ripensare il CGIE”

ESCLUSIVO/ Il segretario generale del parlamentino dell’emigrazione annuncia che presto lascerà l’incarico, ma non si dimetterà dal Consiglio, perché serve una forma di raccordo nuova con i parlamentari eletti all’estero. Il Parlamento ci deve mettere in condizione di lavorare –spiega- ci hanno offeso le polemiche strumentali sul “mese corto”.
22/09/2006

Narducci: “Ripensare il CGIE”

ESCLUSIVO/ Il segretario generale del parlamentino dell’emigrazione annuncia che presto lascerà l’incarico, ma non si dimetterà dal Consiglio, perché serve una forma di raccordo nuova con i parlamentari eletti all’estero. Il Parlamento ci deve mettere in condizione di lavorare –spiega- ci hanno offeso le polemiche strumentali sul “mese corto”.

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento