Victoria. Riccardo Ventura: lo stage fa bene al cuore — Lombardi nel Mondo

Victoria. Riccardo Ventura: lo stage fa bene al cuore

Riccardo Ventura – 24 anni, da Verona – studia economia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Al momento, tuttavia, sta facendo uno stage nel settore Media & Comunicazioni per la Heart Foundation (HF) a Melbourne.

MELBOURNE – Riccardo Ventura – 24 anni, da Verona – studia economia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Al momento, tuttavia, sta facendo uno stage nel settore Media & Comunicazioni per la Heart Foundation (HF) a Melbourne. Il nesso logico tra le due istituzioni non è proprio direttissimo (salvo riferimenti al cuore nei nomi), ma Riccardo è molto contento dell’esperienza. Innanzitutto, è felice di fare da tramite per parlare alla comunità italiana delle iniziative della HF, associazione senza scopo di lucro che da cinquant’anni si occupa di finanziare la

ricerca contro le malattie cardiovascolari, assistere chi ne è affetto ed informare il pubblico in materia. Proprio a quest’ultimo proposito, spiega Riccardo, è stata organizzata dal 2 all’8 maggio prossimi la Heart Week, dedicata ad aumentare la consapevolezza sui rischi di attacco cardiaco e favorire la prevenzione. Secondo un recente studio della fondazione, solo il 12% delle persone è in grado di riconoscere come segnali d’allarme di un infarto sintomi quali un dolore alla mascella, alla spalla o al collo.

Un altro dato poco noto è che le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte delle donne in Australia, con un bilancio medio di 30 vittime al giorno. Nel tentativo di combattere questo triste trend, la HF ripeterà anche quest’anno la colazione di sensibilizzazione e raccolta fondi Go Red for Women, la mattina dell’11 giugno dalle 7 alle 9am allo ZINC di Federation Square. Domenica 2 maggio, alle 2pm presso la cattedrale di St. Patrick, la fondazione organizzerà anche una funzione religiosa interconfessionale per commemorare le vittime delle malattie cardiovascolari con le loro famiglie e i loro amici.

Oltre alla soddisfazione di collaborare con un’associazione così rilevante e impegnata nel campo della beneficenza, Riccardo sta vivendo i suoi mesi a Melbourne con entusiasmo e sensazione di novità anche su un piano più privato. “È un’esperienza che mi sta cambiando”, racconta. “La mentalità che ho trovato in Australia è molto più aperta di quella italiana. I giovani, per esempio, sono molto più intraprendenti, disposti per esempio a prendersi un anno sabbatico per girare il mondo come backpacker.” “Io, venendo qui, mi sono buttato: c’è la certezza dell’aiuto dei genitori, ma ci vuole un po’ di coraggio. Anche tra i miei amici sono in pochi a fare di queste scelte, è proprio una mentalità nuova per noi”.

Il futuro? “Laurearmi, e poi andare a New York; cercare un lavoretto lì, e nel frattempo vedere se si aprono opportunità interessanti. Cercare fortuna, insomma”. “Mi mancherà la famiglia che mi ospita qui. Mi mancavano già a Pasqua, quando sono andati via per pochi giorni! Sono stati gentilissimi, tra loro ho persino trovato il fratellino che non ho mai avuto”.

DANIELE ZINNI 

http://italianmedia.com.au/w3/index.php?option=com_content&view=article&id=3674%3Alo-stage-fa-bene-al-cuore&catid=7%3Adal-victoria&lang=it

 

Document Actions

Share |


Condividi

Lascia un commento