Primo accordo quadro della UIL e UIM — Lombardi nel Mondo

Primo accordo quadro della UIL e UIM

Il rappresentante della UIL in Brasile, Fabio Porta, ed il Presidente dell’Unione Italiani nel Mondo (UIM), Plinio Sarti, hanno firmato nei giorni scorsi a Sao Caetano do Sul, importante città della “cintura industriale” di San Paolo del Brasile, un importante e innovativo accordo di collaborazione con la Ong “Politeuo”, un istituto di formazione e ricerca attivo da diversi anni nell’hinterland di San Paolo.

Il rappresentante della UIL in Brasile, Fabio Porta, ed il Presidente dell’Unione Italiani nel Mondo (UIM), Plinio Sarti, hanno firmato nei giorni scorsi a Sao Caetano do Sul, importante città della “cintura industriale” di San Paolo del Brasile, un importante e innovativo accordo di collaborazione con la Ong “Politeuo”, un istituto di formazione e ricerca attivo da diversi anni nell’hinterland di San Paolo.
L’iniziativa è stata promossa dal Consigliere comunale Edgar Nobrega, fondatore di “Politeuo” e dal Presidente dell’associazione brasiliana, Mario de Jesus Ribeiro.
L’accordo prevede il coinvolgimento delle principali entità della UIL presenti in Brasile (il patronato ITAL, la UIM e l’Istituto di cooperazione Progetto Sud) nella realizzazione a Sao Caetano do Sul di un lavoro comune nei seguenti campi: Formazione di operatori sociali e del Terzo Settore; Ricerca storica sulla comunità italiana a Sao Caetano do Sul; Rafforzamento del Patronato ITAL e della sua rete di assistenza e informazione agli italiani e ai loro discendenti.
La UIL, attraverso il patronato ITAL, è presente a Sao Caetano da oltre 15 anni, come ha ricordato la sua responsabile in loco, Daniela Dardi, rappresentando un sicuro punto di riferimento per la grande e maggioritaria comunità di origine italiana.
Dopo la firma del protocollo, la delegazione è stata ricevuta dal Sindaco della Città, l’italo-brasiliano Josè Auricchio, originario di Tersigno (NA), emozionato al ricordo delle sue origini campane e determinato nel rafforzare – anche a partire da questa iniziativa – gli importanti rapporti di cooperazione tra la città brasiliana e l’Italia.
La fitta giornata di impegni della delegazione della UIL è proseguita con un incontro presso il Consiglio Comunale con il Presidente e i consiglieri e, a degno e logico completamento, con il Presidente dell’Unione Operai, la più antica organizzazione di emigrati nella città, che si appresta a celebrare tra due anni il suo centenario dalla fondazione. (aise) 

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020