I progetti dell’AIFO in Brasile per la lotta alla lebbra — Lombardi nel Mondo

I progetti dell’AIFO in Brasile per la lotta alla lebbra

I progetti dell’AIFO in Brasile per la lotta alla lebbra in un incontro a Roma su “Cooperazione internazionale e disabilità”

ROMA – “Cooperazione internazionale e disabilità: l’AIFO in Brasile”. È il tema dell’incontro in programma  nell’Oratorio del Caravita, a Roma.

L’incontro, patrocinato dal Campidoglio (Presidenza del Consiglio Comunale) e da Trambus SpA, prevede la discussione della recente approvazione, da parte dell’Onu, della convenzione internazionale sui diritti dei disabili. In particolare, l’AIFO – Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau – illustrerà i suoi progetti in Brasile per la cura e la riabilitazione dei malati di lebbra.

Interverranno esperti e rappresentanti delle associazioni, i cui contributi saranno moderati da Ileana Argentin, consigliere delegato del Comune di Roma per l’handicap. Nel pomeriggio, infine, un concerto di chitarra con Emanuele Roccon che si esibirà in brani classici, latino-americani e contemporanei, chiuderà la giornata.

L’incontro si svolge nell’ambito della campagna internazionale contro la lebbra, dell’AIFO che culminerà il 28 gennaio 2007 nella 57ma Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra. L’AIFO, organismo non governativo di cooperazione internazionale in ambito socio-sanitario, ONLUS, riconosciuta idonea a svolgere attività di cooperazione allo sviluppo dal Ministero Affari Esteri Italiano; partner ufficiale dell’OMS, operante in 25 paesi del mondo, si caratterizza in primo luogo per l’azione di gruppi spontanei di volontari che si mobilitano nella lotta contro la lebbra e contro tutte le lebbre, cioè contro le forme più estreme di ingiustizia ed emarginazione. La campagna di sensibilizzazione, educazione e informazione dell’associazione contro la lebbra rappresenta per l’Aifo un impegno fondamentale per dar voce agli ultimi. Ogni anno i volontari della associazione organizzano la distribuzione del Miele della Solidarietà, allestendo banchetti in centinaia di piazze italiane e coinvolgendo altre associazioni, istituzioni, cittadini. Questa iniziativa mira a sensibilizzare la popolazione nei confronti della lebbra e dei temi legati allo sviluppo socio-sanitario nei Paesi a basso reddito, e a raccogliere fondi a favore dei progetti promossi dall’Aifo per la cura dei malati di lebbra. Il miele utilizzato proviene da piccoli produttori delle aree rurali dello Zambia e della Croazia attraverso il circuito del Commercio equo e solidale. (aise)

 

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020