“Dal 150 Anniversario dell’ Unità di Italia all’ Expo 2015 : una sfida per tutti” — Lombardi nel Mondo

“Dal 150 Anniversario dell’ Unità di Italia all’ Expo 2015 : una sfida per tutti”

Questo è il tema del convegno, tenutosi a Treviso l’ 1 luglio, organizzato dall’ Unaie ( Unione Nazionale delle Associazioni degli Immigrati e degli Emigrati ) e dall’ Aikal ( Associazione Internazionale Cultura Ambientale e Lavoro Solidale).

L’ Unaie( Unione Nazionale delle Associazioni degli Immigrati e degli Emigrati )  e l’ Aikal ( Associazione Internazionale Cultura Ambientale e Lavoro Solidale) si sono fatte promotrici per l’ Expo 2015, che si terrà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 e porterà nel nostro paese un numero elevato di persone, all’ incirca venti milioni di visitatori previsti.

Nutrire il pianeta , energia per la vita , questo è il tema dell’ Expo 2015 , che ha

l’ obiettivo di aggregare e coinvolgere imprese, aziende, a livello nazionale ed internazionale , rendendo più trasparente anche attraverso il sigillo informatico i diversi passaggi dei prodotti , dalla filiera agro alimentare al consumatore. 

L’ Expo 2015 ha, però, uno scopo più profondo e oltre a valorizzare i prodotti materiali, culturali,  artistici, del “ Made in Italy”, intende dare risalto e luce agli Italiani nel mondo, ambasciatori di Expo 2015.

In tale ottica si ripristinerà, in occasione dell’ Expo 2015, la casa degli italiani nel mondo.

In realtà la casa fu fondata durante l’ esposizione internazionale di Milano del 1906, quando gli emigrati italiani illustrarono in maniera articolata i risultati della emigrazione.

Questo fil rouge , questo splendido ”continuum”  tra la casa degli italiani nel mondo

( 1906) e  quella del 2015 è stato sottolineato nell’interessante ed articolata relazione di Daniele Marconcini , vice presidente Unaie, in occasione del convegno di Treviso del 1 luglio per la presentazione delle iniziative di Expo 2015.

Nel 1906 parteciparono- ha evidenziato Marconcini-  diverse aziende, imprese del nord( basti ricordare Ferrero), ma anche del sud, tra cui quella dei “ Florio“.

Anche in questo expo 2015 verranno coinvolte diverse industrie, che,  superate le barriere regionali, daranno voce  e vita alla  loro serietà professionale , tutta italiana. Artisti, pittori, scultori, scienziati, sono ricordati all’ estero più che per la loro regionalità, per la loro creatività e genialità tutta italiana.

Antonello da Messina , Leonardo da Vinci, Michelangelo,Galileo, Enrico Fermi,

sono personalità che appartengono a tutto il mondo e sono patrimonio di tutti.

Ed è anche per questo che oggi gli Italiani all’ estero sono fortemente orgogliosi della loro identità italiana, non dimenticando però le loro regionalità e rispettate  le antiche tradizioni , in alcuni casi più che in Italia .

Questi concetti ribaditi a Treviso nel corso del convegno con gli interventi dell’ onorevole Narducci, presidente Unaie, e del dottre Ettore Bonalberti, presidente Aikal, servono  a rafforzare attraverso le iniziative dell’ Expo 2015 i legami nazionali e soprattutto a rinsaldare i rapporti con le numerose e variegate Italie sparse nel mondo.       

 

 

Laura Bisso

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020