Columbus Day: quattro giorni di successi per la delegazione del Consiglio regionale — Lombardi nel Mondo

Columbus Day: quattro giorni di successi per la delegazione del Consiglio regionale

Per il quarto anno consecutivo il Consiglio regionale della Lombardia ha partecipato alle celebrazioni del Columbus day portando, con i carri scelti per la Parata sulla Fifth Avenue di New York, i gioielli meno conosciuti della nostra Regione.

Per il quarto anno consecutivo il Consiglio regionale della Lombardia ha partecipato alle celebrazioni del Columbus day portando, con i carri scelti per la Parata sulla Fifth Avenue di New York, i gioielli meno conosciuti della nostra Regione: la barca dei Promessi sposi, la vela del lago di Garda e un elicottero Agusta.

 

I simboli di una Lombardia famosa per il wellness e lo sport sui suoi laghi (Garda, Maggiore, Como, Iseo, Idro); per le sue capacità imprenditoriali (dall’industria aeronautica alla moda, dal design alla siderurgia, dall’agricoltura e dagli allevamenti all’arredamento e all’edilizia);  per i suoi tesori d’arte, naturali e paesaggistici che il Consiglio regionale ha voluto proporre insieme  alle attrattive turistiche e alle opportunità sportive.

 

Questa volta – ha detto il Presidente del Consiglio lombardo, il varesino Attilio Fontana (Lega Nord), nel suo discorso alla serata di gala organizzata al Walford Astoria – abbiamo voluto portare in America, nell’occasione che celebra l’orgoglio italiano, la “mission turistica” della nostra Regione. Questo è anche  il mio auspicio per il futuro: far conoscere questo volto della Lombardia, portando all’estero le nostre offerte turistiche e scoprendo fino in fondo quelle meraviglie paesaggistiche che abbiamo la fortuna di avere e che meritano sempre maggiore attenzione”.

 

Ad aprire la tradizionale Parata sulla Quinta Strada lo striscione del Consiglio Regionale sostenuto dalla delegazione di Consiglieri presenti alle celebrazioni americane: i vicepresidenti Enzo Lucchini (mantovano, Forza Italia) e Marco Cipriano (milanese, DS), i consiglieri segretari Battista Bonfanti (bergamasco, Margherita) e Luca Ferrazzi (varesino, Alleanza Nazionale), i consiglieri Gianluca Rinaldin (comasco, Forza Italia) e Giuseppe Benigni (bergamasco, DS).

 

Davanti a loro, su una Lamborghini blu, il Presidente del Consiglio Regionale Attilio Fontana insieme al presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati.

Quest’anno infatti il Consiglio regionale, con la collaborazione dell’assessorato regionale al Turismo, ha scelto di coinvolgere le province lombarde, i comuni e gli enti di promozione turistica sparsi sul territorio della nostra regione per rendere ancora più forte il senso del Columbus Day, fondametale appuntamento promozionale delle eccellenze della Lombardia.

 

Quella del Columbus Day è una vetrina importante – spiega il Consigliere Segretario Luca Ferrazzi  perché siamo in grado di portare all’attenzione degli americani un’immagine della Lombardia che non è solo terra di imprenditori e stilisti ma anche cornice ideale per praticare sport e trascorrere le vacanze e il tempo libero, accontentando senza dubbio i desideri dell’elevato mercato turistico americano”.

 

Oltre alla scenografica parata sulla Quinta Strada, nella settimana di celebrazioni pe ril Columbus Day, il Consiglio regionale ha promosso diversi altri eventi.

 

Il più significativo, forse, l’incontro tra il presidente Fontana e il Console generale Antonio Bandini da cui è emersa l’importanza di una maggiore sinergia tra le istituzioni lombarde e statunitensi per la promozione di luoghi e culture delle nostre città e del nostro paese.

Poi c’è stata la visita alla cittadina di South Belmar, nel New Jersey, dove i cittadini con un referendum hanno deciso di cambiare nome adottando quello di “Lake Como”.

Infine un tavolo tecnico sulla gestione delle acque con i responsabili dell’Acquedotto di New York: “Il patrimonio delle acque in Lombardia – ha detto agli americani il Vicepresidente Marco Cipriano  è decisamente rilevante e va dunque regolato in modo da valorizzare e difendere questa risorsa. Ci siamo confrontati sulle modalità di gestione delle risorse idriche e per quanto ci riguarda, abbiamo portato la nostra esperienza fondata sull’importante ruolo degli Enti locali e sugli  ambiti territoriali ottimali, che sono il miglior strumento per mantenere la risorsa acqua un bene pubblica”.

 

Oltre alle province di Varese, Brescia e Como – che vantano i tre laghi più grandi d’Italia e ai quali è stata dedicata la partecipazione lombarda al Columbus Day – particolarmente coinvolta è stata la provincia di Mantova che ha voluto prendere per la gola gli americani con un’ottima cena preparata dal famoso chef mantovano Romano Tamani.

 L’argomento centrale di questa edizione del Columbus – ha detto Enzo Lucchini davanti a una vasta platea di operatori turistici americani   apre una grande finestra su Mantova e la sua provincia. Abbiamo reso famoso un territorio ricco di proposte e portato i nostri laghi e i nostri fiumi, ma anche la nostra storia. Abbiamo fatto assaggiare le nostre prelibatezze e leccornie che sono frutto di una civiltà sviluppatasi attorno e sull’acqua”.

 

Molto successo di pubblico ha inoltre riscosso “Casa Lombardia”, il villaggio ricostruito nel salone della Grand Central Terminal di New York.

Qui è stata allestita la mostra dedicata a Costantino Beltrami, esploratore bergamasco che scoprì le sorgenti del Mississippi e per primo fece una mappa dettagliata della zona: “Tra i primi emigranti che dall’Italia fuggirono in America –  ha spiegato ai giornalisti il consigliere segretario Battista Bonfanti ci fu anche un figlio della Bergamo napoleonica, patriota fervente e avventuroso. Beltrami, da solo, armato di un fucile e di un grande strano ombrello rosso con il supporto di un solo indigeno, partì verso quello che per il suo tempo era un proposito estremo: scoprire le sorgenti del Mississipi”.

E sempre dedicato a Beltrami – uomo non solo di avventura ma anche studioso dei costumi e dei luoghi che attraversava è stato il filmato di Bruno Bozzetto proiettato in occasione della serata di gala al Waldorf Astoria.

 

Nel più prestigioso albergo di New York molti sono stati i momenti che hanno caratterizzato l’elegante serata. Tra tutti quello che ha visto il Presidente del Consiglio regionale donare al Presidente della Columbus Citizens Foundation, Lawrence Auriana, la campana che apre e chiude le sedute del parlamento lombardo.

Si tratta di un gesto di amicizia – ha detto Attilio Fontana – che vuole essere simbolo del legame che da quattro anni unisce il nostro Consiglio agli organizzatori del Columbus Day. Invitandoci a partecipare a questa grande festa, ci danno l’occasione di far apprezzare agli americani le nostre eccellenze, i nostri paesaggi, la nostra natura, la nostra cultura e le nostre radici, facilitando qui negli Stati Uniti una necessaria azione – coordinata con le diverse istituzioni locali – di marketing territoriale”.

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020